>>>Cattaro, la (ex) grande sconosciuta

Cattaro, la (ex) grande sconosciuta

Scopri Cattaro (Kotor in montenegrino), una delle città medievali meno conosciute d'Europa. Anticipa i turisti e visitala prima degli altri.
J
ames Bond non è mai stato in Montenegro. Eppure, l’Hotel Splendido di Cattaro è stato sul punto di tirare fuori il cartello “completo” in occasione della prima di “Casino Royale”. Le scene ambientate nella “nuova perla dell’Adriatico” in realtà sono state registrate in Repubblica Ceca, ma coloro che sono arrivati fino alla baia di Cattaro alla ricerca delle location del film non sono rimasti delusi. Non hanno trovato nemmeno l’ombra dell’agente 007, ma in compenso si sono trovati di fronte a un paradiso da esplorare.
La Piazza delle Armi fu così battezzata durante il periodo veneziano. Era il luogo in cui venivano immagazzinate e riparate le armi.
Foto: Nightman1965 / Shutterstock.com

Gli affari? Meglio in famiglia

Il mulino della faimglia Stari Mlini riforniva di farina gli abitanti. Correva l'anno 1700. Tre secoli dopo un'altra famiglia ha aperto un ristorante "con incanto" di fianco al mulino. Offre cucina "gourmet" e vista sulla baia. I commensali dello Stari Mlini possono anche attraccare con le loro barche sul porticciolo del ristorante.

È stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità nel 1979, dopo il terremoto che distrusse gran parte del suo centro storico. Durò solo 10 secondi ma interessò quasi tutto il paese, allora parte della Yugoslavia. Più di 1.600 monumenti furono danneggiati. Con l’aiuto dell’UNESCO la maggior parte dei suoi tesori è stata ricostruita. Alcuni, come la cattedrale di San Trifone, avevano erano già stati danneggiati da altri terremoti. Questa chiesa romanica del XII secolo fu innalzata in onore del patrono della città, sopra a un tempio. La restaurazione più importante, dopo il terremoto del 1667, aggiunse alla struttura altre due torri in stile barocco. La cattedrale presenta molti degli stili architettonici che si possono trovare nella città, che sono il riflesso del suo frenetico passato. Fece parte dell’Impero Bizantino e fu proprio Giustiniano I che ordinò la costruzione delle sue caratteristiche mura, lunghe quasi quattro chilometri. Conserva anche i segni del suo passato veneziano, con le strade, i palazzetti e le piazze.
I terremoti e le invasioni hanno trasformato il suo centro storico in un labirinto assolutamente unico: un insieme disordinato di stradine lastricate, negozi di artigianato e caffè. La Piazza delle Armi è la più importante ed è qui che si trova la Torre dell’Orologio. Di fronte alla torre ci sono i palazzi Bizanti e Beskuća. Entrambi appartenevano a famiglie ricche che, paradossalmente, non furono molto fortunate. Il conte Jozo Beskuća (Beskuća significa “senza case”) disse di voler possedere cento palazzi. Cambiò, quindi, il proprio cognome in Stokuca (nella traduzione «cento case»), ma non riuscì mai nell’impresa.
Il menù del ristorante Stari Mlini è composto da prodotti locali e pesce fresco dell'Adriatico.
Sopra alle mura si trova la fortezza di San Ivan, a cui si accede tramite 1.500 gradini. Dal suo belvedere si gode dei migliori panorami su Cattaro. I tetti rossi delle case spiccano dalle montagne e dal mare che le circonda. La città fortificata si eleva sulle cosiddette “Bocche di Cattaro”, una baia conosciuta come il fiordo più grande del sud Europa, anche se in realtà non si tratta di un vero e proprio fiordo. Il suo porto è isolato ed estraneo alle grandi crociere turistiche che solcano la Costa Dalmata.
La città è circondata da montagne, come il monte Lovcen, il "monte nero" da cui prende nome il paeses
Foto: Ranko Maras

Articoli correlati

Isola e hotel: tutto in uno

Se ti dicessimo che abbiamo trovato un resort di lusso con centro benessere, penseresti che non c'è niente di nuovo....

Di Venezia non ce n’è una sola

Venezia è così romantica che tutti ne vorrebbero una. Anche Cina, Olanda e Messico hanno la propria città dei canali.

San Francisco è il nome di un cocktail

Ogni quartiere ha una sua essenza che lo rende unico, un sapore caratteristico, dei colori... che hanno senso solo se...

Il lato oscuro di Parigi

C'è un posto in cui non arrivano né le luci dalla Torre Eiffel né i neon del Moulin Rouge. Prendi...