>>>Che la forza sia con te

Che la forza sia con te

Gli effetti visivi e le tecniche di animazione digitale sono stati fondamentali per girare il film "Star Wars", ma molte azioni sono state filmate in scenari "terricoli".
Dal deserto alla neve. Per ricreare i diversi pianeti della saga di “Guerre Stellari”, la troupe cinematografica ha viaggiato per tutto il mondo in cerca dei paesaggi più estremi. Le “case troglodite” di Matmata, nel deserto tunisino, erano la dimora di Anakin Skywalker sul pianeta Tatooine ne “La minaccia fantasma”. In particolare, si tratta dell’Hotel Sidi Driss. George Lucas già conosceva il posto. Aveva girato lì “L’Impero colpisce ancora”.
Sul lago di Como, nella Villa del Balbaniello (Italia) si svolge il matrimonio tra la Regina Amidala e Anakin Skywalker.

L'universo di Star Wars nei parchi Disney

Adesso che la casa di produzione cinematografica ha acquistato i diritti di "Star Wars", nei parchi di tutto il mondo non potevano certo mancare le attrazioni relative ai principali personaggi e scene della mitica saga galattica. Sarà così, quindi, che i parchi Disneyland saranno anche scenario dei film.

Il rossastro deserto tunisino ha poco a che vedere con i gelidi deserti che circondano l’antica stazione ferroviaria di Finse, in Norvegia. Questo remoto villaggio tra Oslo e Bergen fu il pianeta ghiacciato di Hoth ne “L’Impero colpisce ancora”. I paesaggi della zona, a molti gradi sotto zero in inverno, erano perfetti per la localizzazione di una delle basi dei ribelli.
Diverso è il discorso per la casa degli “Ewok”. I boschi di sequoie del Parco Nazionale di Redwood, in California, sono stati perfetti per ricreare Endor, il lussureggiante pianeta de “Il ritorno dello Jedi”. In contrasto con la frondosità di questo parco, in California si trova anche la Death Valley, uno dei deserti più aridi del pianeta. In questa arida depressione di quasi 200 km di estensione sono state girate diverse scene de “La minaccia fantasma”.
Un'eruzione dell'Etna (Sicilia, Italia) simula il pianeta Mustafar ne "La minaccia fantasma".
Sempre in questo film, con l’aiuto della grafica computerizzata, la Plaza de España a Siviglia (Spagna) è diventata Theed, la capitale del Regno Naboo. La forma semicircolare e la ricchezza ornamentale della sua galleria è perfettamente riconoscibile in molte scene. Invece, per ricreare il fuoco costante del pianeta Mustafar, che appare nello stesso capitolo della saga, fu necessario viaggiare fino all’Etna, il vulcano più attivo d’Europa, in Sicilia.
Costruzione maya a Tikkal (Guatemala), cornice della saga di "Guerre Stellari" e del nuovo capitolo della serie.
Come contrappunto, Kashyyyk, il pianeta natale di Chewbacca, sorprende ne “La vendetta dei Sith” per la bellezza e l’esuberanza delle sue foreste tropicali, baie e isolotti. Un luogo così idilliaco non poteva essere altro che l’isola di Krabi, in Thailandia, uno dei luoghi preferiti dai cacciatori di paradisi terrestri. Lussureggiante è anche la giungla di Tikkal, in Guatemala, dov’è stata girata parte della saga di “Guerre Stellari”. Piena di antichi templi maya, si ripete nell’Episodio VII.
Non meno idilliaco è il luogo in cui è ambientato il romantico matrimonio tra la regina Amidala e Anakin Skywalker, sul pianeta Naboo, durante “L’attacco dei cloni”. La scena è stata girata sulle terrazze della Villa del Balbaniello, sul lago di Como, in Italia. Quindi, così come la trama dei film contiene molti riferimenti letterari e storici riconoscibili, anche se la storia è ambientata in pianeti lontani tutto può essere ritrovato sulla Terra.

Articoli correlati

Un festival di e per David Lynch

Il direttore e regista ha creato il "Festival of Disruption", un fine settimana dedicato alla cultura... e a sé stesso.

“Il Pakistan è il luogo più spettacolare in cui ho volato”

Ha sorvolato in parapendio i cieli di oltre 40 paesi ed è stato il primo a volare durante un'aurora boreale....

Case sugli alberi solo per adulti

L'Hotel Free Spirit Spheres ospita solo clienti audaci. Le sue case sferiche in cima agli alberi galleggiano sul verde paesaggio...

Coober Pedy: vivere sotto terra

Dopo che i "forty-niners" rasero al suolo le "dorate" terre della California, l' "outback" australiano scatenò un'altra febbre più silenziosa,...