>>>Fare immersioni dentro ad un vulcano

Fare immersioni dentro ad un vulcano

Dite "aloha" alla Baia di Hanauma, la cui spiaggia prende forma da un cratere vulcanico.
Se Hawaii è famosa per qualcosa, a parte i vulcani, le collane di fiori, l’hula e l’ukulele, sono le sue infinite spiagge tropicali dalle acque cristalline. Le sue isole nascondono piccoli tesori come la Baia di Hanauma. Questa baia, che si trova nella parte meridionale dell’isola di Oahu, a soli 10 chilometri da Waikiki, è parte di un cratere vulcanico estinto e inondato migliaia di anni fa. Le eruzioni vulcaniche e le onde del mare scolpirono la baia fino a darle il suo attuale aspetto curvo. È così speciale che era il luogo di riposo della famiglia reale hawaiana nel XIX secolo. Oggi è un’attrazione turistica da non perdere.

Luci, camera, Hawaii!

Nella Baia di Hanauma sono state girate le scene di "Blue Hawaii", interpretato da Elvis Presley e uno dei suoi più grandi successi televisivi. Anche l'isola di Oahu è stata scenario di film come "Paradiso amaro" con George Clooney, e serie di successo come "Magnum P.I.", "Hawaii Five-0" e "Lost".

Per avere la migliore vista della baia, è necessario bagnarsi: la barriera corallina vivente e le 450 specie che popolano i suoi fondali meritano più di un tuffo. L’attività più praticata è lo “snorkeling”. Non esiste programma migliore che trascorrere la giornata a osservare i colori sgargianti dei pesci pappagallo, dei pesci balestra, dei pesci farfalla o di un Rhinecanthus, conosciuto dai locali come “humuhumunukunukuāpuaʻa” (è più probabile avvistarlo in mare che imparare il suo nome). Praticare “snorkeling” non richiede particolari abilità, al di là di saper nuotare. Non avrai problemi a noleggiare l’attrezzatura necessaria (maschera, boccaglio e pinne) nella stessa spiaggia, dove i principianti potranno anche prendere lezioni per iniziare. In ogni caso, se non sei un nuotatore esperto, ti consigliamo di restare vicino alla costa, e di allontanarti dalla zona in cui le onde si infrangono contro le rocce.
Ma le attrazioni della Baia di Hanauma non finiscono qui. Durante il tuo soggiorno prendi un tram fino al bordo del cratere o indossa le tue scarpe da ginnastica e percorri alcuni dei suoi sentieri. Un posto imperdibile, da vedere anche solo da lontano, è il Faro di Makapu’u, costruito nel 1909 su scogliere alte 600 metri e con incredibili viste sull’Oceano Pacifico.
Per un’esperienza completa via terra, mare e aria, fai un giro in elicottero. Da Oahu vengono organizzati tour che ti permetteranno di avvistare dall’alto il Diamon Head, un cono vulcanico e simbolo delle isole, la Waimanalo Beach, la Baia di Kaneohe e lo storico porto di Pearl Harbor.
Sia che tu abbia voglia di immergerti nelle acque calme della Baia di Hanauma o che preferisca abbronzarti sotto il sole delle Hawaii, ti raccomandiamo di arrivare presto, soprattutto se vai in auto, perché i posti sono limitati. All’arrivo, i visitatori sono obbligati a passare da un Centro di Educazione Marina e ad assistere alla proiezione di un video esplicativo sulla biodiversità della zona, che potrebbe essere riassunto in una frase: “si guarda ma non si tocca”. Questo perché la Baia di Hanauma è una zona naturale protetta… e per far sì paradisi come questo rimangano tali, devono essere preservati.

Articoli correlati

Troppo vicino a Kilauea

Il vulcano più attivo del mondo e quello più grande convivono in apparente armonia nel Parco Nazionale dei Vulcani delle...

Il Giappone più “kawaii”

Moda senza pregiudizi, bellezza piena di accessori o uno stile infantile e spensierato. Ognuno decide in che modo intendere e...

L’isola delle macchine

Che succede quando si unisce l'immaginazione di Jules Verne e l'ingegno di Leonardo Da Vinci? La risposta si trova a...

Las Vegas scommette sul rosso

È possibile visitare la "città del peccato" senza commetterne nessuno: né sposarsi vestiti da Elvis né rischiando tutto alla roulette....