>>>I mille metri più brillanti del mondo

I mille metri più brillanti del mondo

Se è vero che ogni diamante venduto in qualsiasi parte del mondo ha fatto una visita ad Anversa, perché non seguire il suo esempio?
L
‘84% della produzione mondiale di diamanti grezzi si concentra in un chilometro quadrato: quello che circonda la Stazione Centrale di Anversa, tra Hovenierstraat e Rijfstraat. Un business redditizio che interessa oltre 1.500 gioiellerie, 350 laboratori e scuole per imparare a pulirli. Il distretto è stato soprannominato “il quartiere dei diamanti”. Nella città belga vengono venduti il 40% dei diamanti industriali e il 50% dei diamanti lavorati. In totale, la vendita di diamanti muove ogni anno circa 40.000 milioni di dollari. Più della metà dei diamanti tagliati che vengono distribuiti a livello mondiale provengono da questa città belga, che si trova sul fiume Schelda e a 50 chilometri da Bruxelles.
Il diamante è la sostanza più dura che esiste e può essere tagliato solo con un altro diamante o con un laser.

"I diamanti amano Anversa"

Oltre al nome di una "app" ufficiale, è il motto della AWDC, la fondazione incaricata di rappresentare gli interessi del settore e di migliorarne l'immagine pubblica. Lo fa attraverso il Diamond Office, dal quale passano tutti i diamanti che entrano o escono dalla città belga.

Marilyn Monroe li ha definiti come “i migliori amici delle donne” e Anversa li eleva a categoria artistica. Per dieci anni il Museo dei Diamanti si è dedicato esclusivamente a questo gioiello e, dopo la sua chiusura, il museo MAS (Museum aan de Stroom) ne ha ereditato il compito. Oggi le sue pareti rossastre ospitano un padiglione che illustra la storia del diamante e l’importanza economica per la regione.
Commercianti e collezionisti si alternano a innamorati che cercano l’anello di fidanzamento perfetto a Diamondland, il più grande “showroom” di diamanti della città. Si trova nel quartiere ebraico, a 150 metri dalla stazione. A coloro che investono più di 2.500 € nell’acquisto di queste pietre preziose, Diamondland regala una notte in un hotel a cinque stelle. Acquistare un diamante nella città in cui compra Cartier è un privilegio a disposizione di pochi, ma ad Anversa puoi andarci anche “solo per guardare”. La qualità dei diamanti è misurata tramite “le quattro C”: colore, chiarezza, carati e “cut” (taglio). Tutto è spiegato in dettaglio nelle visite guidate offerte gratuitamente da questa Disneyland dei diamanti. Lo “showroom” permette di osservare da vicino il meticoloso lavoro dei tagliator. Il taglio di un piccolo diamante può durare un paio d’ore, ma se è grande o complesso, saranno necessari mesi.
Il settore dei diamanti rappresenta l'8% delle esportazioni del Belgio.
Louis gestisce una piccola gioielleria di famiglia nelle vicinanze della Stazione Centrale. Non tutti i gioiellieri possono vantare, come lui, di essere in possesso del certificato di “Antwerp’s Most Brillian”, ottenuto dopo aver superato un controllo che accerti il rispetto dei 30 criteri richiesti. Lavora ogni giorno per mantenere il sigillo internazionale di qualità ‘”Cut in Antwerp”. Racconta sempre ai suoi clienti che il primo anello di fidanzamento lo regalò Massimiliano d’Asburgo a Maria di Borgogna. Da allora, ogni anello di Anversa ha la sua propria storia.
La Stazione centrale di Anversa è soprannominata "tempio di marmo".
Foto: Pabellon del diamante ©Artur Eranosian

Articoli correlati

Sposarsi come una “star”

L'Italia è il luogo più romantico del mondo, a quanto dicono le celebrità che, sempre più spesso, scelgono di celebrare...

Luoghi da Oscar

A febbraio Los Angeles diventa il luogo in cui si riuniscono le destinazioni più belle del pianeta e gli scenari...

La capitale asiatica del design

La piccola città di Taipei, in Taiwan, nel 2016 sarà la Capitale Mondiale del Design. Ma da anni è un...

Se non compri, non sei a Hong Kong

A Hong Kong è possibile fare shopping fino allo sfinimento. Ma non illuderti di trovare cose a buon mercato. La...