>>>Immergiti a Sharm el Sheikh

Immergiti a Sharm el Sheikh

Dove finisce il deserto ed inizia la luce del mare sorge Sharm el Sheikh. La città delle giornate abbaglianti, delle spiagge di anemoni e delle montagne piene di storia.
M

ezzo secolo fa, la città di Sharm el Sheikh era solo un piccolo villaggio di pescatori che si mescolava con le tribù beduine nell’estremo meridionale della penisola del Sinai. Oggi è la principale destinazione della Riviera del Mar Rosso, grazie ai suoi fondali invidiabili, costellati di relitti e profondi coralli, e alla sua posizione privilegiata, riparata dalle montagne desertiche e dai venti del nord.

A Sharm el Sheikh il sole riscalda tutto l’anno, con oscillazioni tra i 20ºC e i 35ºC, e coccola i visitatori che vengono in cerca della sua luce e del calore delle sue acque. Lunghe file di palme proteggono le spiagge sabbiose sparse per i suoi cinque quartieri. Tra questi spicca Naama Bay, il punto d’incontro e centro operativo della città che percorre i quasi 50 chilometri di costa pieni di resort di lusso. Costruzioni basse ispirate all’architettura araba, con lagune, cascate e giardini lussureggianti, conferiscono al paesaggio un aspetto romantico e decadente.

Zona playa hotel Four Seasons en Sharm el Sheij.
In alcune spiagge la barriera corallina è così vicina alla riva che per poter fare il bagno è necessario attraversare dei moli galleggianti, come quello dell'hotel Four Seasons.
Foto: Iverson Barry/Four Seasons

La città dei pesci

A circa 30 chilometri da Sharm el Sheikh si trova Ras Mohammed, il parco marino protetto più antico del Mar Rosso egiziano. Un'immersione in queste acque implica addentrarsi nell'abisso della fossa tettonica dell'Africa orientale. Quasi 1.200 specie di pesci vivono nei suoi punti di immersione più importanti, Anemone City e Jackfish Alley.

Intorno a questa immagine pacifica viene offerto ogni tipo di attività da spiaggia, che ha trasformato questa costa nella mecca degli sport acquatici in Egitto. Jet ski, windsurf, kite surf, vela e parasailing sono alcune delle più popolari. Chi preferisce rimanere a terra, può usufruire dei campi da golf integrati in esclusivi resort, o recarsi al parco Ghibli Raceway, uno dei circuiti kart più completi al mondo dov’è possibile guidare come un pilota di Formula 1.

Ciò nonostante, l’attività che svela tutta la magia del Mar Rosso è , senza dubbio, l’immersione. La maggior parte dei resort offre un servizio di noleggio di attrezzature ed istruttori per immergersi in uno dei suoi incredibili fondali. L’isola di Tiran è perfetta per le immersioni di superficie e avvistare banchi di murene e barracuda. Blue Hole, a Dahab, è un buco sottomarino verticale profondo 120 metri, famoso per la sua difficoltà e per l’alto rischio. E la nave affondata SS Thistlegorm, scoperta negli anni ’50 da Jacques Cousteau, è uno dei relitti meglio conservati al mondo.

Blue Hole en Dahab.
Per arrivare a Blue Hole è necessario noleggiare un tour in jeep o in cammello dalla città di Dahab.

Di notte, nella vivace Naama Bay, le vie illuminate dai neon piene di ristoranti, bar e discoteche contrastano con la strada polverosa che conduce fin lì. Un’atmosfera che ricorda la costa mediterranea, con locali come l’Hard Rock Café e il Pachá, che si mescolano con i tipici bar beduini di narghilè e cuscini.

Naama Bay al atardecer.
Sharm el Sheikh è anche conosciuta come la Città della Pace, per i vertici che ha ospitato in passato in occasione del conflitto israelo-palestinese.

Ignaro del rumore e dalla frenesia, il centro storico Old Sharm, famoso per i suoi ristoranti di pesce, mantiene l’essenza delle origini di Sharm el Sheikh. Un’atmosfera tranquilla e orientale presente anche nel suo porto, dove l’altro mondo silenzioso, quello delle acque del Mar Rosso, attende il ritorno del sole.

Articoli correlati

Marsa Alam, ai confini del Mar Rosso

Per anni è stato il segreto meglio custodito del Mar Rosso: immense spiagge che si affacciano sul deserto, dove i...

Pirati, coccodrilli e altri racconti

Le loro spiagge raccontano leggende di corsari e tesori e una volta l'anno si riempiono di bandiere nere, con teschi...

“Un anello per farli innamorare tutti”

Frodo e Gollum sarebbero d'accordo: esiste un anello migliore di quello di Sauron, e si trova in Irlanda.

Pantelleria, la terrazza siciliana sull’Africa

È un'isola vulcanica a cavallo tra Italia e Africa. Pantelleria, la perla nera del Mediterraneo. Le sue piscine termali e...