>>>L'amore ai tempi del "kale"

L’amore ai tempi del “kale”

Cenare fuori non sarà più un problema. Sempre più ristoranti adattano i loro menù per soddisfare in egual misura le coppie miste di "veggie" e carnivori. Dimenticati dei pregiudizi. Bon appétit!
Con più di 600 milioni di vegetariani in tutto il mondo, non è raro che uno dei due sia vegetariano e l’altro no. Il sabato sera milioni di coppie sperano che uno dei due ceda per andare a mangiare in un ristorante “veggie” o in uno tradizionale in cui le opzioni vegetariane si limitano a un’insalata. Fortunatamente per le relazioni di coppia, sempre più locali includono nel loro menù alternative “vegetable-based”. Carne e pesce fanno spazio a broccoli, patate dolci e avocado. E le coppie “onnivore” adorano non litigare per la cena.
I difensori del movimento "farm-to-table" normalmente informano sull'origine delle materie prime utilizzate. I cavolini di Bruxelles del Dig Inn vengono dalla Bayview Farm a Jamesport.
Foto: Dig Inn

Lunedì senza carne

La campagna "Meatless Monday" propone di non mangiare carne un giorno alla settimana. Lo chef TV italo-americano Mario Batali si è unito alla causa. Le sue pizzerie OTTO a New York e a Las Vegas lo raccomandano ai loro clienti.

New York – La febbre “veggie”
La Grande Mela è, come al solito, la leader di questa nuova tendenza culinaria. Gli chef hanno colorato di verde i menù dei loro ristoranti, anche quelli di alta cucina. Dovetail, con una stella Michelin, ha incluso un menù vegetariano e un altro “vegetable-focused” tutti i lunedì. Durante la settimana, lo chef Jean-Georges prepara ricette con prodotti biologici di stagione al ABC Kitchen. Condivide anche la filosofia “dalla fattoria alla tavola” con il Dig Inn, una catena di ristoranti che vuole democratizzare il cibo sano commercializzandolo a prezzi accessibili.
Secondo la giuria del "50 Best Restaurants", iLatina è uno dei ristoranti latino-americani più promettenti.

"Take-away" a New York

Il Bambino trae in inganno: anche se sul suo logo appare un maialino, è famoso per le varianti vegetariane. I suoi panini sono diventati così famosi nel Queens che ha aperto un locale a Manhattan.

Buenos Aires – Nella terra dell’arrosto In Argentina non è facile essere vegetariani. È tra i 20 paesi che consumano più carne all’anno, con 91,7 chili a persona. Se rinunciare alla carne grigliata non è un’opzione, esistono diversi ristoranti “misti”. Rogelia, alla periferia di Buenos Aires, serve specialità fatte in casa. Le loro frittelle di spinaci con salsa aioli sono gustose tanto quanto le costole di torello. Al Ninina Bakery sono specializzati in hamburger di manzo, ma anche vegetariani e vegani. iLatina adatta la sua alta cucina latino-americana per offrire una versione vegetariana di ognuno dei suoi piatti. Preferisci ceviche di pesce o di funghi?
I panini e i crostini de Il Bambino saranno disponibili anche nel Greenwich Village, a New York City.
Londra – La più multiculturale
Lo chef francese Bruno Loubet si dichiara imparziale nella guerra tra vegani e carnivori, e sostiene che nei suoi piatti la carne, il pesce e le verdure abbiano lo stesso peso. Ma non può nascondere il suo debole per il verde. Basta visitare il Grain Store per averne la conferma. Un’alternativa è la cucina indiana del Lotus a Leicester Square. L’India è il paese con più vegetariani al mondo, il 40% della sua popolazione. I ristoranti indiani sono i preferiti dalle coppie onnivore: quasi tutti i piatti hanno una versione vegetariana.
California – Menù flessibili
Nella capitale “veggie” per eccellenza sono anni che i ristoranti adattano i menù ai clienti più esigenti. In questo contesto, Gather è un ristorante sostenibile, situato nell’edificio più “verde” di Berkeley. Il New York Times lo ha definito “la soluzione onnivora definitiva”. Per la tranquillità dei carnivori, i piatti vegetariani offrono la possibilità di aggiungere bacon. E tutto può essere adattato a ogni gusto. Al Mohawk Bend la salsa di Buffalo bagna un cavolfiore inece delle ali di pollo, e il risultato è spettacolare.

Articoli correlati

I vegetariani conquistano il mondo

I ristoranti, supermercati e festival veggie-friendly si moltiplicano nell'era dell'alimentazione consapevole, con deliziose proposte che conquisteranno anche i più carnivori.