>>>Le migliori mete per viaggiatori novellini con zaino in spalla

Le migliori mete per viaggiatori novellini con zaino in spalla

Non è solo una questione di denaro, ma di principi. Viaggiare con lo zaino in spalla significa girare il mondo senza fretta, né pregiudizi. Ti va? Ti diciamo da dove iniziare.
Q

uando la voglia di viaggiare chiama, non c’è scarsità di denaro che la fermi. Anche a costo di adattarsi. Per questo, il primo requisito è mettere da parte pregiudizi e scrupoli, cattivi compagni di viaggio. Viaggiare con lo zaino in spalla non significa solo scambiare le ruote con il peso sulle spalle, ma anche dormire in stanze multiple con odori speziati e gente che russa da tutto il mondo come colonna sonora. E condividere bagni non adatti ai pignoli. I tappi per le orecchie e le maschere per gli occhi sono dei buoni alleati, le ciabatte indispensabili per entrare in qualsiasi bagno. Una buona guida, scarpe comode e antizanzare devono obbligatoriamente trovare posto nello zaino. Un livello decente di inglese, un marsupio e avere ben chiaro in mente che si possono perdere i vestiti ma non il passaporto, sono fondamentali. Essenziale anche imparare a mercanteggiare, non vergognarsi a chiedere ed essere prudenti. Una volta imparato tutto questo, tanta pazienza e buon viaggio. Conoscerai viaggiatori da tutto il mondo. Ed ecco le destinazioni migliori per cominciare.

Khao San Road, a Bangkok, conosciuto come il “ghetto dei viaggiatori”, è la strada più famosa della capitale tailandese. In origine il quartiere era dedito al commercio di riso, fino a che, nel 1982, venne aperto il primo ostello economico. Arrivarono i primi viaggiatori con lo zaino in spalla, dando impulso a questo tipo di attività. Oggi è uno dei quartieri più grandi del mondo specializzati in questo tipo di turismo.

Traveller on a mountain
Nella maggior parte dei luoghi è necessario chiedere autorizzazione prima di accamparsi.
Foto: Mahir Uysal

Africa, promozione in sospeso

L’Africa promette bene come destinazione per questo tipo di viaggiatori: buon clima e angoli di grande bellezza. Però la scarsità di alloggi economici e la mancanza di sicurezza fanno sì che non sia così semplice andarci. Per il momento lo Zambia è una delle mete raggiungibili, con la proposta di percorrere i suoi quasi venti parchi nazionali.

Allo stesso livello di Bangkok, un altro paradiso è Paharganj, vicino la stazione dei treni di Nuova Delhi. Come a Bangkok, il caos è una delle sue caratteristiche: negozi colorati di vestiti e accessori, prezzi bassi, case con le porte aperte e soprattutto persone, tantissime persone. Cambogia, Laos, Malesia, esistono posti migliori che uniscono spiaggie da sogno, multiculturalismo e delizie gastronomiche? Anche il Vietnam è un’altra destinazione del sudest asiatico ideale per viaggiatori con lo zaino in spalla. Il continente asiatico è la scelta migliore per due ragioni: è esotico ed è estremamente economico, soprattutto se paragonato ad alcune destinazione europee, alla Nuova Zelanda o all’Australia. Due paesi, questi ultimi, con anima “backpacker” ma con prezzi da suite più che da ostelli.

 

Il Canada è un’altra possibilità. Ci sono molti ostelli che accettano volontari in cambio di alloggio, soprattutto nel 2017, perché per le celebrazione del suo 150esimo anniversario come nazione offre un’ampia gamma di festival, soprattutto a Montreal. L’Europa si assesta sulla stessa linea. Anche se cara, offre buone destinazioni soprattutto di montagna, perfette per fare escursionismo con lo zaino in spalla. Dalle vette d’Europa, nella località spagnola delle Asturie (il suo Parco naturale è un Riserva della biosfera e ha più di sessanta spazi protetti) fino alle cime delle Alpi austriache. In questi casi, dei buoni stivali di montagna e una giacca sono essenziali. Il monte Olimpo, in Grecia, è un luogo spettacolare per chi vuole osare, con i suoi 3.000 metri di altezza. Zeus e gli altri dei vi daranno una mano.

Mount Kinabalu (Malaysia)
Il monte Kinabalu è una buona sosta in un viaggio nel sudest asiatico. Turismo di Malesia lo descrive come “una delle cime più sicure e conquistabili del mondo”.

Ritornando a condizioni economiche più vantaggiose, molti paesi latinoamericani sono diventati luoghi d’eccezione per i viaggiatori, soprattutto per i loro prezzi bassi e per l’accoglienza della gente. L’ostello Prisamata, a Salta, nel nord dell’Argentina, porta nel suo nome lo slogan perfetto per i viaggiatori (“la fretta uccide”). La calma e il lasciar scorrere sono i presupposti chiave. Anche il Nicaragua è una destinazione abbastanza sconosciuta e che ha tutti i requisiti per essere un paradiso per i viaggiatori. È facile addentrarsi nelle sue strade con lo zaino sulle spalle, i suoi abitanti sono accoglienti e vi sono città come Granada, che con le sue vie di case e chiese coloniali rievoca i viaggitori passati. Inoltre, per gli amanti della vita selvaggia, ha vulcani dove è di moda scivolare.

Telica Volcano (Nicaragua)
Il vulcano Telica, a 30 chilometri da Leon (Nicaragua), continua a essere attivo.
Foto: Matyas Rehak / Shutterstock.com

Anche la catena di hotel Che Lagarto è perfetta per i viaggiatori dell’America latina. In Brasile, Argentina, Uruguay, Cile e Perù dispone di alloggi economici perfetti per questo tipo di clienti. Inoltre, se a metà del viaggio, i risparmi sono un po’ troppo scarsi, offre la possibilità di lavorare per un periodo di tempo prima di continuare il cammino. Il suo slogan “la vita è adesso” riassume tutti i principi di un buon viaggiatore con lo zaino in spalla.

Articoli correlati

Dimmi quanti anni hai e ti dirò come viaggi

Non si viaggia allo stesso modo quando si hanno 20 e quando se ne hanno 50. La buona notizia è...

Una vita in movimento

Intervistiamo Herman e Candela Zapp, una coppia in giro per il mondo da 16 anni, che ha creato una famiglia...

Ostelli che vorrai condividere con qualcuno

Sempre più ostelli attraggono qualsiasi tipo di turista, e non solo i viaggiatori da zaino in spalla. Infatti, le loro...

Pantelleria, la terrazza siciliana sull’Africa

È un'isola vulcanica a cavallo tra Italia e Africa. Pantelleria, la perla nera del Mediterraneo. Le sue piscine termali e...