>>>Lo splendore alpino del Grand Train Tour

Lo splendore alpino del Grand Train Tour

Chi non ha sognato almeno una volta di passeggiare tra verdi vallate, laghi cristallini e villaggi da favola? Viaggiare in treno nelle Alpi svizzere trasformerà questo sogno in realtà.
D
i solito immaginiamo un viaggio in treno come un’esperienza calma e tranquilla, con i raggi del sole che entrano dai finestrini e colorano i paesaggi che si aprono davanti ai nostri occhi. Raggi come quelli che ti permettono di vedere i granelli di polvere che svolazzano nell’aria. Un treno è un buon posto anche per osservare come la pioggia o la neve penetra nei paesaggi e lascia i suoi segni sul vetro del finestrino attraverso il quale guardiamo. Tutto questo mentre ci troviamo al calduccio, rilassati, cullati dal ritmo costante della locomotiva che muove il vagone. Viaggiare in questo modo in un paese dall’orografia maestosa è un grande piacere. La Svizzera è una delle destinazioni migliori per trasformare questa idea in realtà. Il Grand Train Tour of Switzerland è il biglietto che ce lo permetterà.
4. Una visita alle Alpi svizzere offre numerose opzioni per il tempo libero.
Foto: Swiss Travel System

1 biglietto, 9 tappe

Numerose possibilità con un singolo biglietto. Da Montreux a Zermatt, il Glacier Express, il serpeggiante Bernina Express, le tappe di Palm, Wilhelm Tell, o Voralpen Express, da Lucerna a Zurigo e da lì fino a San Gallo... Con tutti i comfort e un servizio di prima classe. Percorri le Alpi con eleganza.

Percorrere 1.280 km attraverso uno dei panorami più imponenti, è il modo per vivere un’esperienza svizzera completa. Natura, sport invernali, città multiculturali e piccoli borghi, il tragitto in treno per le Alpi svizzere è un percorso vario e dinamico. Sarà un’emozione in più se lo facciamo in inverno, con ampie distese di colore bianco che coprono i paesaggi, trasformandoli in immagini oniriche e da favola. Vette alte più di 4.000 metri, alti passaggi ferroviari, distese paludose e vigneti, le cascate del Reno, il Castello di Chillon, e le fermate a Chamonix o a Zermatt, da dove è possibile vedere il Cervino, il picco più famoso della Svizzera. A sud, un tortuoso cammino porta a continue intrusioni nel territorio italiano, con la vista del famoso Lago di Como e di città come Lugano o il Ticino.
La possibilità di godersi questa esperienza nel treno rapido più lento del mondo aumenta il senso di distacco dalla vita frenetica a cui normalmente siamo abituati. Fermarsi in una qualsiasi stazione intermedia, lasciarsi trasportare dagli impulsi e da tutto ciò che ci comunicano i paesaggi, tutto è possibile durante questo viaggio. Un percorso sensoriale attraverso paesaggi che si estendono a perdita d’occhio, l’odore e il suono della natura e degli animali, il sapore della cucina di montagna, una gastronomia locale che comprende specialità come la “fondue”, il “rosti” e la “tartfilette”. Proposte culinarie che si sposano alla perfezione con l’ambiente e il clima.
5. Natura allo stato puro per oltre 1.000 km di ferrovia.
Foto: Swiss Travel System

Viaggi brevi o soggiorni più lunghi

Grazie al Grand Train Tour è possibile fare tutto il viaggio con un unico biglietto: il Swiss Travel Pass. Esiste l'opzione di quattro giorni, ideale per i viaggiatori che pensano di organizzare soggiorni più brevi; e il Swiss Travel Pass di otto giorni, per coloro che preferiscono una vacanza più lunga.

Un tour che offre anche l’opportunità di conoscere città come Lucerna, Zurigo, San Gallo, il cui complesso e la biblioteca dell’abbazia fanno parte del patrimonio dell’UNESCO, Rapperswil, conosciuta come la città delle rose, Zermatt o St. Moritz. La zona delle Alpi svizzere occupa la maggior parte del territorio del paese, cosa che permette di scegliere tra un’infinità di itinerari e combinazioni. L’alone idilliaco è il denominatore comune di tutto. Non è una coincidenza che Victor Hugo o Lord Byron si lasciassero sedurre dall’ispirazione in questa catena montuosa, che adesso è possibile scoprire dal comodo sedile di un treno, con in mano una delle loro opere letterarie.
6. In questa zona i picchi raggiungo i 4.000 metri.
Foto: Swiss Travel System

Articoli correlati

La piscina d’hotel più grande d’Europa

L'Hôtel Palaffite è costruito sul bordo del lago di Neuchâtel, in Svizzera. O, per essere più precisi, al suo interno....

Chaplin’s World: Il rifugio svizzero del vagabondo

Inaugurato il primo museo dedicato a Charles Chaplin, una delle figure più influenti della storia del cinema, nella sua residenza...

La città più romantica della Cina

Si è aggiudicata il soprannome di Venezia cinese. Il 42% di Suzhou è coperta dall’acqua e i suoi ponti di...

La fioritura di Atacama

Dopo la tempesta, ecco arrivare i fiori. Anche in una delle regioni più aride del mondo che, ogni cinque anni,...