>>>Marsa Alam, ai confini del Mar Rosso
Foto: Red Sea Diving Safari

Marsa Alam, ai confini del Mar Rosso

Per anni è stato il segreto meglio custodito del Mar Rosso: immense spiagge che si affacciano sul deserto, dove i sub venivano alla ricerca di giardini di corallo unici.
N

on è stato facile scoprire Marsa Alam. Fuori dal radar turistico per anni, questa città costiera a sud ovest dell’Egitto è rimasta nell’anonimato fino al 2001. Infatti, dopo l’apertura del suo aeroporto, sub di tutto il mondo iniziarono a parlare della sua barriera corallina, la più a sud dell’Oceano Indiano, dove coralli, tartarughe, delfini e squali coesistevano in una delle zone meglio preservate del Mar Rosso.

La posizione relativamente remota di Marsa Alam, una delle porte di accesso alla parte meridionale dell’Egitto, tra il Tropico del Cancro e il deserto del Sahara, l’ha salvaguardata dalle valanghe di turisti. Il suo nome in arabo significa “baia delle bandiere”, a causa dell’antica usanza dei suoi abitanti di alzare delle bandiere in modo che le piccole imbarcazioni trovassero facilmente la via del ritorno. Nonostante la sua crescente popolarità, Marsa Alam mantiene la serenità che la caratterizza, lontano dal trambusto delle sue vicine del nord: Hurghada, El Gouna e Sharm el Sheikh.

Buzo practicando snorkel en Marsa Alam
Per praticare snorkeling a Marsa Alam è necessario entrare in acqua sempre da un'apposita area designata a tale scopo, come una baia ("marsa") o una laguna ("halk").

Direzione la "valle dei cammelli"

Un safari en camello por el Parque Nacional Wadi el Gemal es la oportunidad para
Un safari in cammello per il Parco Nazionale di Wadi Gimal è l'occasione ideale per conoscere altre specie selvatiche che vivono fuori dall'acqua, come lo stambecco della Nubia, gli asini selvatici o le gazzelle. I cammelli sono guidati da autentici beduini, in un deserto che si estende per quasi 5.000 chilometri quadrati.

Con poco meno di 6.000 abitanti, la città conserva ancora lo spirito di un antico villaggio di pescatori. Un luogo estremamente tranquillo dove le mangrovie e le palme decorano i quartieri e lasciano posto a spiagge dall’aspetto tropicale, con acque turchesi che ti faranno dimenticare il deserto che si estende alle loro spalle. A nord e a sud della città, lungo tutta la fascia costiera, si susseguono resort e i rifugi “eco deluxe”. A Port Ghalib, un porto turistico ad un’ora da Marsa Alam con ormeggi per quasi mille yacht, i tentatori centri benessere (specializzati in hammam turco) e i ristoranti gourmet fanno sì che la visita in terra ferma sia quasi migliore di quella in acqua.

A venti minuti da Marsa Alam, nel villaggio di Marsa Shagra, l’eco lodge Red Sea Diving Safari è, di per sé, una mini destinazione. Si caratterizza per tende da campeggio di ispirazione beduina situate di fronte al mare, in cui il lusso si mescola con la semplicità della natura, in un modello di turismo sostenibile in armonia con l’ambiente.  A Marsa Alam tutto è rilassato, infatti anche la vita sott’acqua mantiene la stessa calma che possiamo osservare in superficie. Per coloro che desiderano trascorrere la maggior parte del loro tempo immersi, lo snorkeling è l’attività più accessibile. Le migliori zone per praticarlo sono le baie, pareti di corallo dov’è facile avvistare tartarughe, squali e delfini.

Corales en arrecife de Elphinstone
La grande visibilità delle acque (da 25 a 40 metri) permette di apprezzare le specie e le colorate barriere coralline di Elphinstone.

Le sei barriere coralline della baia di Abu Dabbab sono un esempio vivente di un perfetto giardino di coralli. I suoi prati di sabbia offrono l’opportunità di nuotare tra i pochi esemplari di dugong (mucche di mare) che restano nel Mar Rosso, oltre a tartarughe marine, pesci violino, cavallucci marini pigmei o pesci fantasma. Un’altra delle immersioni più famose a Marsa Alam è quella di Dolphin House, un’area protetta a forma di mezzaluna, dove dorme un gruppo composto da un centinaio di delfini acrobati che si sono abituati alla presenza dei sub e che hanno fatto di questa barriera corallina la loro fissa dimora. Coloro che vogliono continuare a nuotare tra i delfini hanno a loro disposizione anche la laguna di Sha’ab Samadai, dove un grande branco di questi cetacei visita regolarmente le sue acque.

Safari de camellos en Marsa Alam
I tour in cammello per il deserto orientale permettono di imbattersi spesso nelle tribù nomadi della regione, come gli Abadba.

Ad Elphinstone, a circa 20 chilometri a nord di Marsa Alam, le ripide pareti delle barriere coralline vengono bagnate da forti correnti che lo rendono un luogo ideale per l’avvistamento di squali: fino a sette specie frequentano le sue acque (incluso lo squalo pinna bianca oceanico, molto difficile da trovare), trasformandolo in una tappa obbligata per i sub più avventurosi.

Articoli correlati

Immergiti a Sharm el Sheikh

Dove finisce il deserto ed inizia la luce del mare sorge Sharm el Sheikh. La città delle giornate abbaglianti, delle...

Lalibela: la Gerusalemme etiope

Tra le montagne di Lasta si cela la città monastica di Lalibela. I suoi templi furono scolpiti nella roccia vulcanica...

Immersione tra due continenti

Sai qual è l'unico posto al mondo in cui puoi fare immersione tra due continenti? La fessura di Silfra, in...

Che la forza sia con te

Gli effetti visivi e le tecniche di animazione digitale sono stati fondamentali per girare il film "Star Wars", ma molte...