>>“La mia casa è la tua casa”
off the record
Carlos Luján
“La mia casa è la tua casa”
“Non sarà un video, sarà una trilogia”. Lo disse Carmen, il nostro capo redattore, durante la preparazione del reportage. Non è stato facile. Proprio perché si tratta di Madrid, casa nostra, la lista di bar e ristoranti che volevamo includere era infinita. Se avessimo parlato di tutto ciò che ci veniva in mente, sicuramente avremmo potuto lanciare una “versione estesa”. Volevamo mostrare la città come avremmo fatto con un amico. E in effetti ci siamo riusciti: ci siamo portate due amiche svedesi alle riprese. Si riconoscono dalle inconfondibili chiome di colore azzurro e arancione, sulla terrazza del Círculo de Bellas Artes.
Francisco Márquez ha barattato la savana africana per le strade di Malasaña e le linci iberiche per il nostro "passenger" Liam Aldous.
All’ora di pranzo, troppo tardi secondo le nostre amiche svedesi, ci siamo buttati sul classico. In Platea Madrid abbiamo scelto le polpette di tonno e lo stufato al Sinergias De Cuchara. Cucina tradizionale, ma in versione gourmet: gli chef di questo progetto hanno ben quattro stelle Michelin. Anche se la vera star è stata Jorge, tecnico del suono, che è salito sul palco a suonare il pianoforte con grande sorprese del pubblico (e anche nostra). Carlos Luján, il nostro fotografo, invece ha preferito i dolci ai riflettori. Ha lavorato per Le Monde, Newsweek e New York Times e si è divertito come un bambino a fotografare i dolci di Mama Framboise. La firma sul video è di Francisco Marquez. È specializzato in flora e fauna ed è stato premiato come “Wildlife Photographer of the Year” dalla BBC. Ha barattato la savana africana per le strade di Malasaña e le linci iberiche per il nostro “passenger” Liam Aldous. Nonostante il suo forte catarro, Liam è stato estremamente simpatico e ci ha permesso di camminare con lui per le strade della città. Ci ha aggiornato sui nuovi locali della zona e ci ha confessato che non eravamo gli unici: anche lui ha problemi a sceglierne uno solo.
Altro Madrid
“Madrid si appresta a vivere una nuova movida”
Madrid
Come corrispondente in Spagna della rivista Monocle, è sempre a conoscenza degli ultimi bar, ristoranti o negozi che aprono a Madrid. Il trentenne giornalista australiano Liam Aldous è un “cool hunter”, un cacciatore di tendenze sociali e culturali. Ama la cordialità di Madrid e dei madrileni, e non avremmo potuto pensare a nessuno migliore di lui per passeggiare tra le strade questa città.
Leggere l'intervista >
Madrid
Storia di due città
La città dei capricci. “Insolente e ideale” dice Almodóvar. Alle volte è cosmopolita, altre invece si attacca alle tradizioni. La capitale della Spagna ha mille sfaccettature e ogni volta mostra quella che più le piace. Perché? Perché può permetterselo.
Read highlights >