>>>Parole d'amore per Giulietta

Parole d’amore per Giulietta

Dopo cinque secoli, la storia d'amore di Shakespeare continua a ispirare molti innamorati. Scoprilo al numero 23 di Via Capello, a Verona.
C
i sono pochi scenari romantici come il famoso balcone della casa di Giulietta, che ci ricorda quel bagliore che si faceva strada tra le tende della finestra. Da lì, Montecchi e Capuleti si confessavano a vicenda il loro amore con la luna come unico testimone. Tale passione continua a ispirare gli innamorati di tutto il mondo, che scelgono Verona, la città degli amanti sfortunati, come meta per le loro vacanze. E lì, naturalmente, è d’obbligo la visita al balcone dal quale si affacciava Giulietta e da cui Romeo le prometteva amore eterno. Appena entrerai, troverai un’infinità di lettere con messaggi d’amore scritti in tutte le lingue, che inondando le pareti e i corridoi della casa.

"Overbooking" di lettere

Sono così tante le lettere d'amore lasciate dai turisti nella casa di Giulietta, che la città di Verona è costretta a rimuoverle due volte all'anno: alla vigilia di San Valentino e il 17 settembre, data del compleanno di Giulietta. Attualmente si sta valutando la possibilità di aprire un museo per metterle in esposizione.

Pur correndo il rischio di rompere tutto questo romanticismo, dobbiamo dirti la verità: nell’opera originale di Shakespeare non c’è traccia del mitico balcone, che fu inserito successivamente nelle rappresentazioni teatrali. Neanche il balcone e la famosa finestra gotica della casa di Verona sono originali, ma sono stati aggiunti agli inizi del XX secolo. La casa è un palazzo dei primi anni del XII secolo, che apparteneva a una famiglia veronese di nome “Dal Capello”, come potrai leggere nell’insegna presente sulla sua facciata. Sono state le date e il cognome “Capello” che ha dato origine alla credenza popolare che la casa appartenesse alla Giulietta di Shakespeare.
Se non hai ancora trovato la tua anima gemella, non preoccuparti: la leggenda racconta che per trovare il vero amore, devi toccare il seno destro della statua di bronzo di Giulietta che si trova sotto il balcone. E se l’hai già trovata… perché non dimostrare che vi amate tanto quanto Romeo e Giulietta celebrando un matrimonio civile nel balcone più famoso di Verona?

Alla ricerca di Romeo

Vicino alla casa di Giulietta, in Via Arche Scaligere 2-4, si trova la casa dei Montecchi, attribuita a Romeo, un edificio medievale il cui interno non può essere visitato. Continua a suscitare molta curiosità il fatto che Shakespeare sia riuscito a ricreare alla perfezione questa leggenda d'amore ambientata a Verona, una città che, in realtà, l'autore non ha mai visitato.

Ogni anno Verona diventa la città più visitata d’Italia, prima di Venezia, Firenze e Roma, in una data molto specifica. Riesci a immaginare quale? Esattamente il 14 febbraio. Ma, se vai, ti raccomandiamo di rimanere un paio di giorni in più e di lasciarti sedurre dal fascino di questa città del nord Italia. In questo modo potrai visitare la Piazza delle Erbe, un antico foro romano che oggi è la piazza più famosa di Verona. Qui ogni mattina ha luogo un pittoresco mercato. Non puoi perderti neanche l’Arena di Verona, uno dei più importanti anfiteatri dell’epoca romana e il più grande solo dopo il Colosseo di Roma, a cui assomiglia molto. Con i suoi 152 metri di lunghezza e 123 metri di larghezza, può ospitare più di 25.000 spettatori.

Articoli correlati

La torre dei due mondi

La Torre di Leandro unisce Asia ed Europa nel Bosforo. Un faro di tragiche leggende, dove oggi si celebrano matrimoni...

A bordo dei serpenti di Kerala

A sud dell'India l'acqua dei laghi balla al ritmo scandito dai remi. Sono le regate delle barche di Kerala, la...

La Gran Bretagna attraverso lo specchio

Il Galles, Oxford, l'isola di Wight e il nord-est della Gran Bretagna sono stati d’ispirazione per Lewis Carroll, l’autore di...

Il Louvre e il Guggenheim sull’isola

Con quattro musei e un centro culturale progettato dai cinque vincitori del premio Pritzker, l'isola di Saadiyat, ad Abu Dhabi,...