>>>Portree: la colorata nota che stona

Portree: la colorata nota che stona

Il modo migliore per combattere il cielo grigio scozzese è dargli un po' di colore. In questo piccolo villaggio di pescatori lo sanno e hanno trasformato il porto in una cartolina.
Se c’è qualcosa che abbonda in Scozia, oltre ai castelli, al buon whisky e ai “kilt”, è il colore verde dei suoi paesaggi. Ma non tutto è verde: tra ondulate colline e scogliere, scopriamo una suggestiva località chiamata Portree, situata a Skye, la più grande delle Isole Ebridi. Il porto di Portree, fiancheggiato da casette colorate, è una delle attrazioni principali. Non solo le sue facciate colorate, ma anche le piccole imbarcazioni che vengono utilizzate dai pescatori per portare il cibo a pochi metri, dal mare alla tavola, gli conferiscono un’aria da fiaba. Puoi provare la gastronomia tipica locale in uno dei ristoranti “fish and chips”. Coloro, poi, che hanno spirito da marinaio, possono anche imbarcarsi per contemplare da vicino leoni marini, delfini e balene, che popolano le sue acque.

Talisker, dal 1830

La più antica dell'isola e una delle più importanti in Scozia dal 1830. Situata nel piccolo villaggio di Carsbost, è conosciuta per la produzione di whisky affumicati e salini. Apprendi i segreti della sua produzione durante il tour della distilleria e scopri perché è così speciale.

Portree è anche una buona base da dove organizzare escursioni per le isole e i paesaggi bucolici. Verso nord, in direzione di Trotternish, corre una strada strettissima sulla quale, oltre alle pecore, dovrai prestare attenzione anche alle auto che viaggiano in direzione opposta. Quindi ti consigliamo di non farti distrarre dalla vista, almeno fino a quando non sarai arrivato all’Old Man of Storr. Questo pinnacolo di roccia alto 55 metri è una delle icone dell’isola. Ci vuole circa un’ora per raggiungere la cima, ma ne vale la pena. Si tratta di un paesaggio da film e non lo diciamo alla leggera: fu scenario di “Prometheus”, diretto da Ridley Scott, e di “47 Ronin”, interpretato da Keanu Reeves.
Non puoi lasciare Trotternish senza passare dalla scogliera di Kilt Rock, così chiamata perché i suoi quadrati di basalto ricordano le pieghe del tipico gonnellino scozzese. E salendo un po’ di più troverai la meseta di Quiraing, tanto accidentata quanto fotogenica, anche sotto un cielo grigio e circondata dalla nebbia.

Haló, Trotternish

Curiosamente, devi sapere che a Trotternish l'impronta gaelica è più profonda rispetto ad altre aree, quindi, se ti imbatti in qualcuno del posto dimenticati di dire "hello" e prova con "halò".

Gli avventurieri troveranno nella famosa Cuillin, il compagno di viaggio perfetto. Questa catena montuosa non è solo riservata ai fan del “trekking”, ma anche agli scalatori. Anche se il suo punto più alto (Sgurr Alasdair) raggiunga solo i 992 metri di altezza, non è da sottovalutare. La brusca salita scoscesa è una vera sfida, anche per gli alpinisti più esperti. Inoltre, Cuillin custodisce un tesoro acquatico: le Fairy Pools o piscine delle fate. Contemplando il loro colore turchese, finirai per credere nell’esistenza della magia, anche se un bagno nelle loro acque gelide ti riporterà alla realtà in una manciata di secondi.
Se il freddo scozzese non ti piace, devi sapere che il modo migliore per riscaldarsi è fare una visita alla distilleria Talisker. Un tour di degustazione ti permetterà di conoscere la distilleria e, naturalmente, di assaggiare un prezioso liquore scozzese di puro malto. Non ci viene in mente un modo più tipico per salutare o “beannachd leat” la Scozia.

Articoli correlati

La torre dei due mondi

La Torre di Leandro unisce Asia ed Europa nel Bosforo. Un faro di tragiche leggende, dove oggi si celebrano matrimoni...

“L’isola di Skye è uno dei migliori posti del mondo per andare in bici”

Ha oltre 200 milioni di visualizzazioni su Youtube. Non importa se dall'alto di un precipizio, per le strade della sua...

Il segreto di Edimburgo a due metri sotto terra

La città sotterranea di Edimburgo scomparse nel XIX secolo, ma le storie di chi l'ha vissuta, sono più vive che...

St. Andrews, apre le sue porte

Accade solo due volte l'anno. Non è un fenomeno meteorologico, ma gli amanti del golf lo segnano in rosso sul...