>>>Programmi per un'estate a Gerusalemme all'insegna dei festival
Jerusalem Design Week
Foto: Dor Kedmi/Jerusalem Design Week

Programmi per un’estate a Gerusalemme all’insegna dei festival

A maggio inizia la stagione preferita da locali e visitatori: quella dei festival. Musica, birra, film e tanta arte.
A

ncor prima che Coachella finisse sulle copertine delle riviste di moda e che Rock in Rio riuscisse a riunire il “Boss” e i Rolling Stones su un unico palco, a Gerusalemme si stavano già dando da fare. L’attesissimo Israel Festival celebrò la sua prima edizione nel 1961 e da allora non ha smesso di crescere. Dura tre settimane, da fine maggio a inizio giugno, ed ogni anno inaugura la stagione dei festival della città.

Gli spettacoli e le esibizioni dell’Israel Festival mescolano diverse discipline (musica, danza, teatro, arti sceniche, ecc.) e sono frequentati da dozzine di artisti provenienti da tutto il mondo, oltre ai principali rappresentanti delle arti di Israele. Gli scenari scelti includono il Teatro di Gerusalemme, le Piscine del Sultano o il Museo di Israele. Le esibizioni si svolgono anche in piazza, con spettacoli all’aperto per il grande pubblico o attraverso iniziative come Remote Jerusalem, che propone una visita differente della città, “perdendosi” nei suoi meandri guidati solo dalle cuffie. I partecipanti diventeranno, quindi, i protagonisti assoluti di questa “performance” che ha già trionfato in altre città del mondo.

Hip Hop Land, Israel Festival
Hip Hop Land, Israel Festival
Foto: Avihai Levy/Israel Festival

La Settimana del Design è un altro evento imperdibile. Giugno è il mese scelto per mostrare il lato più culturale e contemporaneo della città, in occasione della Jerusalem Design Week. Creata per iniziativa di Hansen House – Center for Design, Media and Technology, ogni anno invita artisti e stilisti a lavorare su una determinata tematica, che sarà la protagonista delle mostre, degli eventi e delle conferenze previste dal festival in diverse location. Quest’anno hanno deciso di volgere lo sguardo indietro per esplorare cosa vale la pena conservare del nostro passato e cosa no. Ecologia, cultura e società saranno le tre principali aree da prendere in esame e da ridisegnare (o no), con uno sguardo sempre rivolto al futuro. Ne è un esempio il Festival della luce (Jerusalem Festival of Light), che si svolge alla fine di giugno, e che illumina e rinnova le strade del centro storico dando loro una nuova vita, anche se virtualmente.

 

Scommettere sull’innovazione è ciò che il Festival del Cinema Ebraico di Gerusalemme (Jerusalem Film Festival) ha fatto sin dai suoi inizi nel 1984. È il luogo in cui i cineasti israeliani scelgono di presentare i loro film. Per 11 giorni vengono proiettati circa 200 film nazionali ed internazionali e vengono assegnati i premi più importanti del cinema israeliano. Per celebrare questi riconoscimenti, si può aspettare fino al mese di agosto e brindare per loro in occasione del Festival della birra di Gerusalemme (Jerusalem Beer Festival). Qui è possibile trovare più di 120 varietà di birra e circa diecimila persone provenienti da tutto il mondo. La musica sarà l’altra grande protagonista di questo incontro.

Remote Jerusalem, Israel Festival
Remote Jerusalem, Israel Festival
Foto: @Mike Vonotkov

Anche il vino prevede il suo proprio festival. Viene celebrato nel Japanese Art Garden del Museo di Israele e, oltre ai prodotti delle aziende vinicole locali, è possibile degustare diversi formaggi, tipi di cioccolato ed altri piatti che si abbinano perfettamente con un bicchiere di vino, sorseggiato mentre ci si gode della buona musica dal vivo.

 

Durante il mese di agosto si svolge la Fiera dell’Artigianato di Hutzot Hayotzer, una tradizione con oltre 40 anni di antichità che colora le strade vicino al centro storico. Si svolge in questa ben nota colonia di artisti alla periferia della muraglia, dove gallerie e studi artistici si susseguono uno dopo l’altro, ma anche in altri angoli della città, come l’anfiteatro Merrill Hassenfeld. Oltre alle mostre di scultura, pittura e altre discipline, ci sono numerosi spettacoli di strada e attività per i più piccoli, caratteristica che lo rende uno dei festival preferiti dalle famiglie.

Festival of Lights Jerusalem
Festival of Lights Jerusalem
Foto: Noam Chen. Courtesy of Israeli Ministry of Tourism http://info.goisrael.com

La fine dell’estate non rappresenta la fine degli eventi. È ancora possibile assistere al Jerusalem Jazz Festival o alla Settimana Internazionale della Danza, entrambi a dicembre, ma anche a molti concerti e spettacoli nelle diverse sale della città. La festa è appena iniziata.

Articoli correlati

L’isola delle chiese di legno

I templi e le case di legno sull'isola di Kizhi, a nord del Lago Onega, in Russia, hanno vinto la...

I draghi verdi di Lubiana

La dormiente città austro-ungarica, capitale della Slovenia, è la Capitale Verde Europea del 2016. In tempo di record, è passata...

Gli ultimi Festival del 2016

La fine dell'anno si avvicina ma c'è ancora un po' di tempo per un'ultimo party. Segna queste date e tira...

Pirati, coccodrilli e altri racconti

Le loro spiagge raccontano leggende di corsari e tesori e una volta l'anno si riempiono di bandiere nere, con teschi...