>>>Sei consigli per non farti odiare dall'equipaggio

Sei consigli per non farti odiare dall’equipaggio

Se vuoi essere il passeggero che ogni equipaggio di cabina amerebbe o ottenere un cuscino extra, non comportarti mai in questo modo.
La funzione di un membro dell’equipaggio di cabina non è servire il caffè. È garantire la sicurezza dei passeggeri. La loro preparazione comprende prove teoriche e fisiche, e la partecipazione a corsi di aggiornamento continui. L’empatia e l’educazione sono altri requisiti necessari per fare questo lavoro, che si contraddistingue per una forte componente di contatto con il pubblico.
Alcuni viaggiatori non possono aspettare e chiamano continuamente gli assistenti di volo quando hanno bisogno di qualcosa.

Unisciti al "Mile High Club"

Se pensi che i tuoi maldestri o falliti tentativi di unirti al club di quelli che hanno fatto sesso nel bagno di un aereo sia la cosa peggiore che possa capitare ad una hostess, ricorda che le pareti sono sottili e i voli transoceanici sono molto lunghi e noiosi.

Se non desideri essere incluso nella lista nera dei viaggiatori di qualsiasi compagnia aerea, meglio evitare questi comportamenti:
1. Risolvi personalmente le tue “lotte di ginocchia” con gli altri passeggeri. Non avvisare l’assistente di volo se la persona che viaggia davanti a te reclina il suo sedile o se un bambino da calci al tuo schienale. La metterai in difficoltà. Non denunciare neanche la compagnia aerea. Non ne ha nessuna colpa. E soprattutto, non creare un dibattito su questo problema tra tutti i passeggeri dell’aereo. Il comandante può decidere di tornare all’aeroporto di partenza se crede che il viaggio non si stia svolgendo in modo tranquillo. È meglio fare presente il problema all’altro passeggero in modo educato. Invece, se sei tu chi reclina la schienale del suo sedile, fallo delicatamente e lentamente. Pensa che l’altro passeggero potrebbe avere un computer o una bevanda sul suo vassoio. L’ideale è chiedere prima il permesso.
Il cibo sugli aerei ha la fama di essere ripetitivo e poco appetibile.
2. Rispetta le istruzioni dell’hostess. Siediti e allacciati la cintura quando ti viene indicato di farlo. Se l’aereo decolla in ritardo o devia verso un altro aeroporto per atterrare a causa tua, non dovrai fare i conti solo con l’hostess. Neanche al resto dei passeggeri potresti risultare molto simpatico.
Addormentarsi profondamente su un aereo può portare a situazioni imbarazzanti.
3. Se hai sete o vuoi una coperta, aspetta che un assistente di bordo passi vicino al tuo posto. Non chiamare i membri dell’equipaggio quando sono occupati a fare altre cose. Non impiegheranno molto ad avvicinarsi.
4. A volte non è facile trovare spazio nelle cappelliere per riporre tutti i bagagli a mano. Molti viaggiatori scelgono di non imbarcare in stiva i loro bagagli per evitare l’attesa. L’equipaggio non riuscirà a duplicare lo spazio disponibile a bordo come per magia. Pensa con logica e imbarca la tua valigia.
5. Che tu sia un viaggiatore assiduo o occasionale, uno sguardo al menù degli snack che viene lasciato sul tuo vassoio, potrebbe strapparti un gesto di disgusto a causa della mancanza di varietà o di un aspetto poco appetibile. Pensa che per i membri dell’equipaggio la routine è ancora peggio.
6. La paura di volare non è rara. Alcune persone che ne soffrono, cercano di combatterla con rilassanti o sonniferi, facendole cadere in un sonno profondo, fino a diventare quello che noi hostess chiamiamo “passeggeri zombie”. Questi passeggeri dormono così profondamente che possono addirittura arrivare a spogliarsi o mostrare altri comportamenti imbarazzanti sia per l’equipaggio che per sé stessi.

Articoli correlati

Prossima fermata…il futuro

È un uccello? È un aereo? No! È Hyperloop, il primo treno che vola. 1.200 chilometri all'ora. Potresti perderlo in...

“Non posso credere che mi paghino per questo”

Jon Bowles ha unito il mestiere di pilota con la sua passione per la fotografia. È cosciente del fatto che...

Las costa bianca della Germania

Rügen, l'isola più grande della Germania nasconde un esteso litorale sul Baltico, fonte di ispirazione per artisti e rifugio di...

L’isola al sicuro dai paparazzi

Lord Glenconner pagò 45.000 sterline nel 1958 per comprare Mustique. Questo prezzo, o anche più, è quello che dovrai pagare...