>>>Un'isola preistorica tra le nuvole

Un’isola preistorica tra le nuvole

Tra il Brasile e il Venezuela si erge il monte Roraima, un altopiano preistorico che ospita hotel e jacuzzi naturali. Da qui ci si può sporgere, dall'alto delle sue pareti verticali che ragiungono i 400 metri.
I
l monte Roraima è il ‘Mundo perdido’ di Sir Arthur Conan Doyle, fu il suo famoso romanzo a ispirare “Jurassic Park”. In questo tepui, nonostante l’assenza di dinosauri, è possibile trovare un ecosistema unico al mondo.
Questo habitat esclusivo non è giurassico, bensì precambriano, ovvero risalente al periodo storico compreso tra l’era in cui si è formata la Terra (circa 4.500 milioni di anni fa) e 580 milioni di anni fa. Si calcola che il Roraima abbia circa 2000 milioni di anni d’età. A 2.810 metri di altitudine, sul suo altopiano, abitano specie endemiche, come la rana nera e alcuni tipi di orchidee e piante carnivore.
Esistono agenzie che organizzano escursioni in elicottero direttamente verso la cima della montagna.

I "monumenti" del Roraima.

Il punto più alto della montagna è il Maverick, nome assegnatogli in virtù della somiglianza con la "Maverick", un modello di automobile marca Ford. Nella "Valle dei cristalli" si concentrano centinaia di rocce di quarzo. "La fossa" è la piscina naturale di acqua cristallina, molto profonda e consigliata solo ai più coraggiosi.

I tepui sono le formazioni esposte più antiche del pianeta. Altipiani di oltre 1.000 milioni di anni che si elevano dalla foresta, superando a volte i mille metri di altezza, con pareti insolitamente verticali e cime piatte. Il Roraima, situato nella Gran Sabana, l’area orientale del Parco Nazionale Canaima, è uno dei pochi tepui accessibili a piedi e il più alto di questo parco venezuelano. La sua ubicazione e la sua orografia rendono il Roraima uno dei luoghi più umidi del pianeta, con piogge quasi tutti i giorni dell’anno. È solcato da vari fiumi e dalle sue rupi spuntano decine di cascate.
Il cippo presente sulla cima di questa montagna, noto come “punto triple” (triplice frontiera), delimita il confine tra Brasile, Venezuela e la Repubblica Cooperativa di Guyana. Tutt’intorno si estende l’altopiano, una piattaforma di 31 chilometri quadrati composta da piscine naturali e formazioni rocciose.
Il Parco Nazionale Canaima è il sesto parco più grande del mondo.
Le escursioni sul Roraima durano dai cinque ai sei giorni e hanno inizio dalla località di Santa Elena de Uairén, ai piedi del gigante millenario, nello stato venezuelano di Bolívar. Sebbene la salita sia relativamente semplice, grazie alla rampa naturale che circonda la montagna, è comunque necessario affidarsi a una guida. Le nuvole quasi perenni che coprono la cima e i labirintici sentieri sono in grado di portare fuori strada anche gli escursionisti con un ottimo senso dell’orientamento.
Il Roraima appartiene per l'85% al Venezuela, per il 10% al Brasile e per il 5% alla Guyana.
Da Santa Elena si accede in autobus al piccolo paese di Paraitepul. Da qui è possibile proseguire verso uno dei tre campi base presenti nei pressi del monte (Tök Camp, Kukenan Camp e Base Camp). Una volta raggiunto l’altopiano, si resta lì per almeno un giorno, tempo necessario per ammirare gli splendidi panorami, fare il bagno nelle piscine naturali e visitare i “monumenti”. Queste piscine sono note come “jacuzzi” e vi si riposano solitamente gli escursionisti che salgono fino alla vetta. Durante la notte si dorme in tende di campagna situate, auspicabilmente, sotto quelli che vengono detti “hotel”, ovvero sporgenze rocciose capaci di offrire riparo dal vento e dalla pioggia.
L’estremo nord del tepui è noto come “Abismo” (Baratro) o “Proa” (Pria), data la sua forma triangolare e a strapiombo. Si tratta di un belvedere naturale che si affaccia sulla Gran Sabana. Chi si sporge da questa parete così verticale lo fa avvicinandosi, a pancia in sotto, sorretto da qualcuno all’altezza delle caviglie. I dirupi di questa montagna sono così… Il pericolo di questo mondo perduto tra le nuvole, non proviene dai dinosauri, bensì dalle alture.

Articoli correlati

Luoghi da Oscar

A febbraio Los Angeles diventa il luogo in cui si riuniscono le destinazioni più belle del pianeta e gli scenari...

Dove Dio ha messo il West

Utah e Arizona condividono la Monument Valley, ma questa apparterrà sempre a John Ford che, pur non avendo il dito...

Una passeggiata mano nella mano

Alcuni dicono che l'amore è un cammino... come se fosse qualcosa di simbolico. Stai per scoprire che questo cammino esiste...

Lo splendore alpino del Grand Train Tour

Chi non ha sognato almeno una volta di passeggiare tra verdi vallate, laghi cristallini e villaggi da favola? Viaggiare in...