>>>Come visitare Madrid e sentirsi a casa

Come visitare Madrid e sentirsi a casa

Anche se sei venuto solo per un fine settimana, se entrando in un bar dici "una birra, per favore", sei già uno di loro. Sentirsi parte di Madrid è facile, devi solo segnarti questi programmi che ti proponiamo.
D

icono che è una fortuna non essere nati a Madrid, perché quelli che ci sono nati non hanno potuto sognarla. E dopo averla sognata, quello che devi fare è viverla. Luogo di incontro, di passaggio e di accoglienza, la capitale spagnola è sempre stata una di quelle città in cui nessuno si sente estraneo, anche se è solo di sfuggita. Questi sei programmi che ti proponiamo qui di seguito ti conferiscono la “tessera di madrileno” in un solo fine settimana.

Fare un aperitivo e non ordinare né birra né vino

Non è un obbligo, ma ti consigliamo di avventurarti e di ordinare un vermouth. Questa classica bevanda a base di vino e piante aromatiche vive una seconda giovinezza nei bar di Madrid. Soprattutto all’ora dell’aperitivo (tra colazione e pranzo), poiché apre l’appetito più di una birra. Servito con scorza d’arancia e olive, si abbina perfettamente con delle buone patatine fritte, con sottaceti e tapas di pesce. Puoi trovarlo in qualsiasi bar di Madrid, ma in luoghi come La hora del vermut (quartiere del Retiro) la scelta sarà ardua. Ha più di 80 marche, incluse alcune edizioni limitate. Se cammini per il centro, hanno una bancarella anche nell’affollato Mercado de San Miguel. Nel quartiere di Chamberí, il punto di riferimento è La Sastrería, un vecchio negozio trasformato in un bar di degustazione con 50 varietà di vermouth e aperitivi “su misura”.

El Rastro
Foto: Madrid Destino
Perdere i tuoi amici ne El Rastro

Antiquariato, dischi, libri, vestiti, accessori, francobolli e monete… Ne El Rastro di Madrid puoi trovare quasi di tutto e, allo stesso tempo, perderti. O perdere le persone che ti accompagnano. L’afflusso a questo mercato delle pulci nel quartiere de La Latina è tale che rispettare il percorso stabilito all’inizio può essere una vera sfida. Ma ci sono dati che sono innegabili: più di mille bancarelle all’aperto ogni domenica dalle nove del mattino fino alle tre del pomeriggio. La stessa ora in cui chiudono alcuni dei negozi di decorazione della zona. È il caso di Cuadros Guapos, una galleria d’arte specializzata in opere con paesaggi e icone di Madrid. All’ora di chiusura, farai meglio a ritrovare i tuoi amici per concludere la mattinata ne El Rastro con un aperitivo tardivo (e un vermouth, se vuoi provarlo) nelle taverne di Ribera de Curtidores.

Foto: Hiberus © Madrid Destino
Ammazzare il tempo fino all'ora di cena... facendo merenda!

Come riescono i madrileni, e in generale gli spagnoli, a resistere fino alla loro tardiva ora della cena? Hanno un segreto: la merenda. E in essa tutto è permesso: dolce o salato, opzione “vegetariana” o calorica, con succo o con caffè… Per i più tradizionali, una buona opzione è La Duquesita (Calle Fernando VI), una delle pasticcerie più emblematiche della città. Ha aperto nel 1914 e dopo aver chiuso per alcuni mesi nel 2015, è stata riavviata sotto la direzione del pasticciere Oriol Balaguer, che continua ad offrire dolci artigianali ma con un tocco di novità. Non esitare a provare le sue croccanti palmeras di cioccolato (ventagli di pasta sfoglia). Ma, se vuoi sembrare ancora più madrileno, puoi sempre optare per la cioccolata calda con churros di San Ginés. Ma ti avvertiamo: se scegli questa opzione, potresti dover rinunciare alla cena.

Matadero Madrid
Foto: Francesco Pinton © Madrid Destino
Immergerti nella cultura locale nel Matadero

Il Paseo del Prado, con alcuni dei musei più importanti di Madrid, sarà sicuramente nella tua lista dei “must see” della capitale, ma vale la pena conoscere il Matadero, il luogo dove i madrileni vanno dopo aver visto le migliori mostre della stagione. Da più di un decennio, questo spazio culturale è diventato un punto di riferimento. Teatro, musica, cinema, design, arte… Tutte le discipline, specialmente quelle emergenti, trovano posto nei padiglioni di questo vecchio mattatoio nel quartiere dell’Arganzuela. Per completare la visita, puoi passeggiare per Madrid Río, dove si danno appuntamento pattinatori, ciclisti e famiglie (ha 17 parchi giochi per bambini).

Picnic nel Retiro
Fare un picnic nel Retiro

Una tappa imprescindibile in ogni visita nella capitale spagnola, il Parco del Retiro è un’oasi di pace nel cuore della città. Nei suoi 125 ettari ci sono più di 15.000 alberi e alla loro ombra si siedono i madrileni per godersi una delle attività più famose tra tutte quelle che possono essere svolte nel parco: fare un picnic. Troverai panchine e tavoli in alcune zone, ma tutto ciò di cui hai bisogno è stendere una tovaglia o un asciugamano per terra e tirare fuori cibo e bevande. Come i madrileni, ti consigliamo il lato ovest del parco, poiché accanto all’Avenida Menéndez Pelayo ci sono molti locali dove poter comprare cibo da asporto. E se preferisci che tutto ti sia servito su un piatto d’argento, all’interno del parco troverai uno dei locali gastronomici più famosi della città, il Florida Retiro, che ha spazi per qualsiasi programma: tapas, cena, cocktail…

Vetrina della Gran Vía
Foto: Madrid Destino
Fare shopping in "centro"

E prima di salutare l’accogliente Madrid, niente di meglio che portarti dietro un bel souvenir. In città ci sono diversi centri nevralgici per fare shopping, ognuno con il proprio stile e tipo di pubblico. Gran Vía, per gli amanti del “low cost”, e Serrano, per chi è alla ricerca di marche di lusso, sono tra le vie commerciali più visitate. Ma se stai cercando qualcosa di più speciale, spostati nella zona di Fuencarral, dove troverai negozi dallo stile più giovanile, o nel quartiere de Las Salesas, la zona più “trendy” della città. Qui si alternano negozi multimarca e boutique di stilisti locali. Alcuni si trovano nel Salesas Village, un “street market” che viene organizzato in Plaza de las Salesas una volta al mese.

E se vuoi un souvenir “typical spanish”, puoi trovarlo in Memories of Madrid, un negozio in Plaza Mayor dove vendono scatolette di conserva con gli ingredienti necessari per preparare una tortilla di patate. Inoltre, queste simpatiche scatolette sulla confezione hanno stampata una data che copre gli ultimi 80 anni, in modo che questo regalo abbia un doppio valore e che possa essere usato per fare gli auguri di compleanno, anniversario o per ricordare la tua ultima visita a Madrid. Sicuro che non sarà l’ultima.

Dal 5 al 17 dicembre Visita Madrid sorteggia su Instagram incredibili esperienze da vivere a Madrid. Puoi anche vincere un viaggio nella capitale. Vuoi tentare la fortuna? Clicca qui

 

Articoli correlati

Madrid e la festa mondiale del Pride

¡Viva la vida! Questo è lo slogan di Madrid, sede del World Pride 2017. La capitale spagnola si prepara a...

Cucina fusion indo-spagnola

Atul Kochhar è stato il primo chef indiano al mondo a ottenere una stella Michelin per il ristorante Benares di...

I mille Natali di Madrid… Quale sarà il tuo?

Canti natalizi o gospel? Piste di pattinaggio o un tour per i presepi? Non tutti i viaggiatori sono uguali o...

Madrid o come sedersi in una terrazza in pieno inverno senza sembrare fuori di testa

Basta un semplice raggio di sole. A Madrid, la vita si svolge per strada e le conversazioni a tavola dopo...