>>>Vietate ai turisti
El Nido si trova nella provincia filippina di Palawan.

Vietate ai turisti

La democratizzazione del turismo ha un lato oscuro. L'eccesso di visitatori ha provocato la supervisione e la chiusura dei luoghi più turistici del pianeta. Ma ci sono alternative.
L

‘immagine delle sue case colorate, costruite su una scogliera a picco sul mare, riproposta migliaia di volte sui social network e sulle riviste di viaggio, hanno trasformato le Cinque Terre in uno dei luoghi imperdibili d’Italia. Il quinto paese più visitato al mondo. Nel 2015 vi sono passati due milioni e mezzo di persone. Non sono molte, paragonate con le 9,7 milioni di visite del Museo del Louvre di Parigi. Ma lo sono per i cinque piccoli paesini collegati tra loro da un’unica strada.

“Può sembrare un po’ eccentrico voler ridurre il numero di turisti, ma per noi è una questione di sopravvivenza. Sicuramente la gente ci criticherà, ma dobbiamo limitare il numero a 1,5 milioni”, spiega Vittorio Alessandro, il direttore del Parco Nazionale Cinque Terre, nel quotidiano “La Repubblica”. Le limitazioni, iniziate nell’estate del 2016, includono proibire l’accesso al treno alle persone che non hanno prenotato l’ingresso e anche alla strada, quando si arriva alla quota giornaliera di visitatori. “Se non interveniamo, le Cinque Terre verranno soffocate da un turismo estenuante”. L’alternativa è visitare altri paesini vicini come Tellaro, Sestri Levante, Lerici, Camogli o Portovenere.

Manarola, Cinque Terre, Italia
Una app permetterà di sapere in tempo reale il numero dei visitatori di ogni paesino delle Cinque Terre.

Roma eterna si rinnova

Il lussuoso marchio Bulgari ha investito un milione e mezzo di euro nel restauro della scalinata di Piazza di Spagna, uno dei luoghi più frequentati dai turisti a Roma. Per evitare futuri danni e macchie di cibo e bevande, ha chiesto la chiusura durante le ore notturne.

Le Cinque Terre non sono l’unico luogo che ha sofferto gli effetti dell’eccesso di pubblico. Lo sbiancamento dei coralli ha lanciato un allarme sugli effetti del turismo intensivo delle Isole Marietta, nel Pacifico messicano, e dell’isola di Koh Ta Chai, in Thailandia. La popolarità delle Isole Similan, nel mare di Andaman, è dovuta alle acque trasparenti e ai fondali corallini, dove immergersi tra mante giganti e squali leopardo.

La chiusura annuale da aprile a novembre non è bastata in quest’occasione. Le autorità hanno proibito le visite fino a nuovo avviso. Coloro che desiderano esplorare le bellissime spiagge e i fondali marini del sud della Thailandia possono optare per altre isole meno conosciute, come Koh Racha Yai e Koh Lanta.

Snórkel en Koh Ta Chai, Tailandia
I sub potranno accedere a determinate zone di Koh Ta Chai, ma i tour operator potrebbero perdere la loro licenza se sbarcano sull'isola.

La buona notizia è che la chiusura delle Isole Marietta è stata momentanea, e ha già recuperato il 50% della ricchezza sottomarina danneggiata. Nonostante ciò, l’ingresso alla playa del Amor, uno dei maggior richiami di questa zona della Riviera Nayarit, sarà limitato a 116 persone al giorno da mercoledì a domenica. Tra le attività sostenibili e alternative c’è un nuovo sentiero aperto nella Isla Larga, per osservare i volatili.

Playa del Amor o Hidden Beach
I visitatori potranno restare solo 30 minuti nella playa del Amor, conosciuta anche come Hidden Beach.

Le Filippine sono considerate ancora una destinazione asiatica emergente, ma stanno già vivendo situazioni simili. Le autorità stanno pensando di chiudere da quattro a sei anni l’isola di Shimizu, un luogo famoso per lo snorkeling a Bacuit Bay. Saranno permesse però le immersioni in altri sei luoghi intorno a El Nido, la località più turistica della zona, che riceve 80.000 visitatori all’anno. L’effimera naturalezza della bellezza non è mai stata tanto dimostrabile.

Articoli correlati

Yorkshire, il dominio delle Brontë

Sono passati 200 anni dalla nascita di Charlotte Brontë, ma le lande desolate dell'Inghilterra del nord, come in tutti i...

NO FOTO

All'entrata si trova il cartello "vietato fare foto" o, semplicemente, "vietato l'attraversamento" ma, nella testa dei fotografi intrepidi, questo avvertimento...

Dimmi quanti anni hai e ti dirò come viaggi

Non si viaggia allo stesso modo quando si hanno 20 e quando se ne hanno 50. La buona notizia è...

Isola e hotel: tutto in uno

Se ti dicessimo che abbiamo trovato un resort di lusso con centro benessere, penseresti che non c'è niente di nuovo....