>>>Chicago, da gangster a "hipster"
I jazz club riempiono la notte di Chicago. Nel Green Mill, uno dei locali storici della città, si può leggere "Al Capone ha bevuto spesso in questo locale".
Foto: neal-kharawala__Unsplash

Chicago, da gangster a “hipster”

Chicago non si vanta di essere hipster e per questo lo è. Qui, i giovani moderni non fanno rumore. Si spostano in bicicletta, mangiano hot dog e bevono birra artigianale, mentre ascoltano musica all'interno di bettole rimesse a nuovo.
F

igura nell’elenco delle città più moderne assieme a Portland, Austin, New York e San Francisco. Così, l’autoproclamatasi città del vento, sfugge agli stereotipi e non mostra eccessi troppo “trendy”. Dal suo famoso lago Michigan si possono contemplare i primi grattacieli degli Stati Uniti e il secondo edificio più alto del paese, la Torre Willis, ricostruita dopo il grande incendio del 1871.

Chicago è una vecchia conoscenza, soprattutto per il cinema, a causa del crimine organizzato durante il periodo proibizionista, tra il 1919 e il 1933. Al punto da proporre tour turistici per i luoghi più emblematici in cui sono passati Al Capone e Bugs Moran. Gangster leggendari della città che condividono con i contemporanei hipster il loro amore per i bassifondi (per la verità oggi ormai imborghesiti).

Interior Sawada Coffee en Chicago
Nel Sawada Coffee, una specie di capannone industriale molto alla moda nella comunità hipster, troviamo cocktail improbabili come il Military Latte, che miscela tè giapponese con caffè espresso.
Foto: patrick-tomasso_Unsplash

Irriducibile "american taste"

Il ristorante Bangers & Lace rappresenta l'amore di Chicago per le salsicce e la buona birra, un qualcosa che non passa mai di moda. Negozi di ciambelle artigianali, ristoranti vegani e menù biologici, convivono con le unte pizze di Lou Malnatis, il miglior hot dog del paese dal 1948 a Superdawg.

Oltre ai grandi eventi come il festival di musica Lollapalooza o l’incontro di tendenze gastronomiche Taste of Chicago, il cuore pulsante della città è rappresentato dagli innumerevoli club di musica jazz e dalle piccole sale tradizionali che propongono opere, mostre e concerti. Degli oltre 200 teatri di Chicago, la maggior parte sono costituiti da compagnie indipendenti con una capacità di appena 70 spettatori. Un esempio è lo Steep Theatre o il creativo The House.

L’autenticità di Chicago risiede nella sua assenza di pretese e nella grande varietà di sottogruppi e culture che vi convivono. “La gente qui ha un approccio personale molto forte. Uno stile discreto, mai ovvio o esagerato”. Lo affermano Shane Gabier e Christopher Peters, studenti dell’Istituto d’Arte di Chicago e fondatori del progetto di moda Creatures of the Wind.

Edificio Flat Iron Arts Building en Chicago.
Oltre 30 gallerie aprono le loro porte una volta al mese per la Pilsen East Artists Open House, nel Distretto delle Arti. In quel giorno è possibile visitare gli studi degli artisti e le diverse mostre.
Foto: David Hilowitz via VisualHunt.com

Wicker Park è uno dei quartieri più moderni degli Stati Uniti e, dagli anni 80, un vero e proprio focolaio di idee. È qui che John Cusack aveva il suo negozio di dischi nel film “Alta fedeltà”. Con il passare degli anni, il quartiere ha subito una serie di “lifting” ed è diventato il territorio perfetto per abitanti cool. Le sue intersezioni (sei angoli) di Milwaukee, North e Damen ospitano la mitica sala concerti The Double Door, il negozio di vinili Reckless Records con la sua anima second hand e il leggendario Flat Iron Arts Building, da decenni punto di incontro per artisti e musicisti di ogni stile e genere.

L’avanguardia artistica ha trovato il suo focolaio nel quartiere di Pilsen. Noto per l’aspetto multiculturale e il cibo messicano, vi risaltano murales come il vibrante “Increíbles Las Cosas Q’ Se Ven”, dell’artista Jeff Zimmermann, e le numerose gallerie d’arte. Attorno a queste, taquerias come il Cantón Regio della famiglia Gutierrez, vicino ilustre di quartiere da oltre 50 anni. In aggiunta altre curiosità, come il museo e negozio Architectural Artifacts, con oltre 700 metri quadrati di straordinari oggetti antichi.

Il nuovo “hype” per il 2017 è il quartiere del West Side, Ukrainian Village. Chiese ortodosse, musei e vecchi negozi di gastronomia si mescolano con negozi di moda, ristoranti e locali sempre più popolari come il Rainbo Club.

Con il suo atteggiamento snob e spinta dal vento, Chicago si muove in fretta.Come direbbe Mark Twain: “Per un visitatore occasionale è impossibile stare al passo con Chicago, supera le sue profezie più velocemente di quanto possa fare. Questa città è sempre una novità, perché non è mai la Chicago che ho visitato l’ultima volta”.

Articoli correlati

I monumenti di LEGO

64.000 pezzi di LEGO sono i protagonisti della mostra ‘Brick by Brick’ nel Museo della Scienza e dell'Industria di Chicago.

Austin, la figlia ribelle del Texas

Si autodefinisce come "un miscuglio di aria educata con un tocco di spavalderia texana". Austin va controcorrente... e se ne...

Dove Pechino nasconde la sua arte

Il lato artistico della capitale cinese abita nel 798 Art District e a Caochangdi. Entrambe le zone rappresentano il cuore...

Luoghi per tornare indietro nel tempo

Mercatini, alberghi, negozi e ristoranti "vintage", dove gli orfani della macchina del tempo possono ritrovare l'atmosfera delle epoche passate e...