>>>‘Crazy in love’ a Hvar

‘Crazy in love’ a Hvar

Fa concorrenza a Ibiza e Saint-Tropez. Persino Beyoncé cerca l'ispirazione sulle sue coste. Questa destinazione alla moda si trova in Croazia e profuma di lavanda.
N
ominare Cittadina d’Onore la figlia di Beyoncé funziona meglio di qualsiasi strategia di marketing, per attrarre turisti. Lo sa bene il sindaco di Hvar che ha concesso il riconoscimento alla piccola Blue Ivy quando ancora non aveva compiuto un anno. Il legame tra l’isola e la bambina è iniziato persino prima della sua nascita. La diva dell’R&B pubblicò un video nei suoi social network in cui scopriva un’edera azzurra, mentre passeggiava nei dintorni di Hvar. “Mi sembra Blue Ivy, sarebbe abbastanza appropriato”. Mesi dopo, dava alla luce sua figlia, che battezzò con il nome della pianta. Fu allora che gli occhi del mondo si posarono sulla vegetazione dell’isola croata, la più estesa dell’Adriatico, e vi incontrarono campi di lavanda e rosmarino, pinete e olivi. Un ideale paesaggio mediterraneo nel mezzo della Dalmazia.
Chiamata anche "spiaggia celestiale", Lucisca si caratterizza per le sue acque cristalline, incorniciate da pini.

La concorrenza del "blue ivy"

Il simbolo dell'isola è la lavanda, da molto prima che Beyoncé si imbattesse nell'edera azzurra. La tradizione ebbe inizio a Velo Grablje, un paesino vicino Hvar, in cui ogni anno, a fine giugno, si festeggia il festival della lavanda. L'erba aromatica fa da protagonista a laboratori, mostre e concerti.

La sua naturale bellezza ha una spiegazione: è la città croata con più ore di sole. E quella con più “star”. “Queen Bey” non è l’unica che sceglie Hvar per le vacanze. Il primo fu l’imperatore d’Austria, Francisco Giuseppe I, nel 1875. Lo seguirono Orson Welles, George Clooney, Ellen DeGeneres e persino tre James Bonds. Anche se nel suo porto attraccano carissimi yacht, non ha perso lo stile medievale.
Il ricordo della Repubblica di Venezia, che ha governato la città varie volte nell’arco di cinque secoli, è ancora molto presente nelle sue stradine di pietra. Questa influenza si nota specialmente in Piazza Santo Stefano, sede della cattedrale dallo stile rinascimentale veneziano, la Torre dell’Orologio e la Loggia. C’è anche il teatro municipale, costruito nel 1612: “il più antico d’Europa”, dicono gli abitanti di Hvar.
Hvar è conosciuta anche come "l'isola violetta", per i campi di lavanda.

Hvar oltre Hvar

Oltre al suo capoluogo, l'isola di Hvar possiede altri luoghi interessanti: Stari Grad, la città più antica della Croazia, è uno di questi. La sua pianura, conosciuta con il nome di Ager de Faros, è Patrimonio dell'Umanità. Anche Vbroska, conosciuta come "la piccola venezia", merita una visita.

I suoi dintorni attirano l’attenzione dei visitatori tanto quanto la città. Per capire il perché bisogna salire fino alla Fortezza Spagnola (Fortica Španjola). Dall’alto di questa struttura del XVI secolo, si può ammirare il mar Adriatico e l’arcipelago di Pakleni, un insieme di isole ricoperte da un tappeto di boschi, famoso per le sue spiagge nudiste. Natura e cultura si integrano con insenature di acqua cristallina, come quella di Uvala Skozanje, e feste fino all’alba. Una saggia combinazione che ha conquistato artisti di Hollywood, giovani europei e sposi novelli. Un’Ibiza in versione “relax”, che porta il glamour con discrezione.
Beyoncé e Jay-Z sono due dei clienti V.I.P che hanno fatto visita all'esclusivo Hula Hula Hvar
Carpe Diem Beach è la versione estiva del club più famoso della città, il Carpe Diem. Oltre a musica non-stop, offre campi di calcio e pallavolo, spa e cucina gourmet, nella baia di Stipanska. Per entrare nei suoi 2.500 metri di puro divertimento bisogna prendere una barca-taxi. Hula Hula Hvar è un altro dei luoghi prediletti per ballare dopo (o durante) una giornata in spiaggia. Il “beach club” apre alle 9:00 e dispone di servizio noleggio barche, amache e pista da ballo, tutto in riva al mare. È a soli cinque minuti dal lussuoso hotel Amfora,dove c’è una piscina di cascate artificiali. Altre opzioni a “cinque stelle” sono l’Adriana Hvar Spa Hotel, con vista sul centro storico, o il Riva Yacht Harbour, che regala ai suoi ospiti prosecco e cioccolato fondente. Qui si può dormire con i volti di James Dean e Audrey Hepburn che si affacciano dalle pareti delle camere. Un tocco “chich” che fa bene a Hvar, così “flawless” come Beyoncé.

Articoli correlati

L’isola della felicità

Dal 28 luglio al 6 settembre, l'isola di Obonjan, in Croazia, ha un'unica missione: renderci felici.

Il festival itinerante sul mar Adriatico

Da un'isola all'altra, fermandosi in sette destinazioni babiloniche della costa croata. Un'avventura edonista attraverso il paradiso, per godersi musica e...

Sotto il sole della Toscana croata

Paesaggi ricchi di vigneti e città medievali. La penisola dell’Istria porta l’essenza mediterranea nel nord dell’Adriatico. Il meglio dell’Italia è...

Le isole della fine del mondo

In mezzo all'oceano Pacifico, le Isole Marchesi galleggiano come frammenti di un mondo perduto. Non è il paradiso dei "resort",...