>>>Da Istanbul con amore

Da Istanbul con amore

È l'unica città al mondo con un piede in Asia e uno in Europa. Quando sei in mezzo a due culture, non puoi sceglierne una sola.
Con i suoi edifici neoclassici dai balconi allungati, potrebbe sembrare qualsiasi altra capitale europea. Ma guardando verso il cielo, decorato con i minareti delle moschee, ci si rende conto di essere a Istanbul. Le vetrine dei negozi di lusso convivono con piccole sale da tè, in cui gli abitanti si siedono a fumare una “shisha” (narghilè) e ad osservare la gente. Nel ristorante e sala da tè Malko puoi farlo a buon prezzo e in pieno centro storico. Il quartiere di Sultanahmet riunisce i principali luoghi turistici: la Basilica di Santa Sofia, la Moschea Blu, il Palazzo Topkapi… Le cui pareti sono come un libro di storia. Ti trovi nell’antica Costantinopoli, capitale dell’Impero Bizantino, conquistata successivamente dall’Impero Ottomano. Oggi la vera battaglia si combatte nel Gran Bazar, dove la capacità di mercanteggiare degli acquirenti si scontra con la dialettica dei venditori di tappeti e di souvenir. Quasi sempre vincono questi ultimi.
SALT Galata
Foto: Mustafa Hazneci

Deliziosa Turchia

I dolci tipici di Istanbul sono delle delizie turche, i "lokum": si tratta di una specie di gelatina fatta con sciroppo di frutta, la cui ricetta ha più di 200 anni. Si possono trovare in qualsiasi bazar, ma a Lokum Istanbul, a Beskitas, vengono incartati come se fossero dei piccoli tesori.

Il Bazar delle Spezie è un altro posto per mercanteggiare. I sensi quasi si bloccano di fronte a così tanti stimoli. Colori intensi, profumi e sapori affollano le due strade occupate dal mercato. Il Bazar attira viaggiatori “foodie” provenienti da tutto il mondo. I gastrotour, ormai di moda, continuano attraversando il Ponte di Galata, fino ad arrivare al mercato di Karaköy. Qui è possibile comprare pesce fresco o gustarlo in ristoranti come il Lokanta Maya. Inaugurato nel 2010, durante la rigenerazione del quartiere, la sua trasformazione in meta “hipster” potrebbe avere a che vedere con la vicinanza a Beyoglu, il quartiere “trendy” per eccellenza. Qui aprì il primo negozio Bilstor, un “concept store” con abbigliamento e accessori di design, ed è qui che si trovano le gallerie d’arte e i bar alla moda. SALT Beyoğlu e SALT Galata sono due di questi nuovi punti di ritrovo per giovani. Si tratta di librerie che organizzano esposizioni e proiezioni di film.
In contrasto con la zona più cosmopolita della città, abbiamo scelto un luogo orientale e boemo, per osservare il tramonto sullo “skyline” di Istanbul. A quest’ora, nella parte asiatica, il porto di Uskudar si riempie di turisti e di persone locali, che si siedono sui tappeti turchi e preparano i loro smartphone. La Torre di Leandro, che galleggia in mezzo al Bosforo, fa da sfondo al tramonto.
360 East Moda
Il lato asiatico non conquista solo per i suoi tramonti. Ci prende anche per la gola. A Çiya Sofrasi, a Kadikoy, la gastronomia tradizionale turca è la protagonista. Invece il 360 East Moda, il ristorante e discoteca nella terrazza dell’Hotel Hilton Doubletree, è il luogo dove incontrare il “jet set” della città. Così come la città, questo club ha un piede sulla sponda asiatica del Bosforo e l’altro in Europa: a Beyoglu si trova un locale gemello, il 360º Istanbul.
Delizie turche e altri dolci nel Gran Bazar

Articoli correlati

La torre dei due mondi

La Torre di Leandro unisce Asia ed Europa nel Bosforo. Un faro di tragiche leggende, dove oggi si celebrano matrimoni...

“Istanbul è il checkpoint dove storia e mistero si incontrano”

Giornalista e presentatrice televisiva, Ece Üner, il nostro Passenger6A a Istanbul, ci racconta come vivere in stile “keyief” nella sua...

A rallentatore

Trova il momento per divertirti a Istanbul: una crociera sul Bosforo, un massaggio in un hammam o una cena a...

Dimmi quanti anni hai e ti dirò come viaggi

Non si viaggia allo stesso modo quando si hanno 20 e quando se ne hanno 50. La buona notizia è...