>>>Ibiza non chiude mai

Ibiza non chiude mai

L'isola Pitiusa rallenta il suo ritmo nei mesi più freddi dell'anno, ma non riposa mai. Cultura, gastronomia e turismo nell'entroterra prendono il posto dei bar sulla spiaggia e delle discoteche.
M

isura appena 40 chilometri da un estremo all’altro, eppure Ibiza è famosa in tutto il mondo. La sua fama è dovuta a diversi motivi, come quello di essere stato un rifugio per hippy ed artisti negli anni ’60, o per vantare una delle vite notturne più selvagge del Mediterraneo. Un’isola di contrasti che fuori stagione, quando i DJ “dormono” e il sole dà un po’ di tregua, rallenta il suo ritmo… Ma continua ad essere una destinazione valida per una vacanza toccata e fuga.

Dalt vila
Il suo centro storico

La Città Alta (Dalt Vila) è la fortificazione murata meglio conservata del Mediterraneo. Per questo, venne dichiarata dall’UNESCO Patrimonio Naturale dell’Umanità nel 1999. Esempio di architettura militare rinascimentale, questa fortezza protegge alcuni degli edifici più importanti della città. Tra questi, la Cattedrale della Vergine delle Nevi (Catedral de la Virgen de las Nieves). Il modo migliore per conoscere Dalt Vila è a piedi, passeggiando per le sue strade acciottolate e un po’ in pendenza. L’accesso principale è la Porta di Ses Taules, un altro dei simboli di Ibiza.

Santa Gertrudis
Turismo d'entroterra

Quando l’estate finisce, le calette dalle acque turchesi devono condividere il loro ruolo di protagoniste con i paesini dell’entroterra, come Santa Gertrudis. Situato nel centro dell’isola, i suoi negozi ed i suoi bar con terrazza preservano l’aria boema che Ibiza ha sempre avuto. Infatti, è qui che si stabilirono molti degli artisti che arrivarono sull’isola più di cinquanta anni fa. L’hotel boutique Gatzara Suites conserva questo spirito tranquillo, accompagnato da un design minimalista (e bianchissimo), un “rooftop bar” e viste sulla montagna.

Las Dalias
Foto: Las Dalias
Il mercatino più hippy

“Benvenuti nell’affascinante oasi di colore, pace, musica e sogni…” Così si presenta il mercatino di Las Dalias, a San Carlos, a nord dell’isola, inaugurato nel 1985 e aperto ogni sabato durante tutto l’anno. Abbigliamento, bigiotteria, artigianato, pittura o antiquariato competono nelle bancarelle del mercatino che, durante i periodi di festa, come la settimana di Pasqua, estende il suo orario di apertura. Sempre animato da musica dal vivo, ospita anche un ristorante che presenta una fusione di cucine del mondo, un bar di tapas, una tenda berbera e un punto vendita di succhi naturali.

Bike trail
I percorsi del nord dell'isola

Un altro dei programmi fuori stagione più popolari sono le escursioni a piedi o in bicicletta. Nella zona nord è facile spostarsi su piccole strade asfaltate, quasi senza traffico, che ci portano nella Ibiza più rurale. Così, su due ruote, arriviamo ai villaggi di Sant Miquel de Balansat, famoso per le botteghe dei suoi artigiani, o a Sant Llorenç de Balafia e alla sua città medievale

Es Rebost de Can Prats
Foto: Es Rebost de Can Prats
La sua cucina stagionale

La gastronomia è una scommessa sicura durante tutto l’anno. Con un vantaggio rispetto all’alta stagione: non è necessario prenotare. Sul tavolo, piatti un po’ più pesanti rispetto alle insalate estive. A Es Rebost de Can Prats (Sant Antoni de Portmany) preparano tipiche ricette in base alla stagione. In inverno non può mancare il “arroz de matanza” (un risotto brodoso affogato in una grande varietà di carni diverse) e, per il Carnevale, preparano il “sofrit pagès”, uno stufato di carne, patate, sobrassada e butifarra a cui si aggiungono le zampe del maiale, proprio come faceva la nonna degli attuali proprietari.

Can Rich
Il vino, ecologico

Parlando di vino, Ibiza possiede quattro cantine. Can Rich, la più grande di tutte, scommette sulla produzione biologica. Oltre ai suoi vini (rosso, bianco, rosato e frizzante), ha iniziato a commercializzare anche olio, sale, aceto e vermouth. La cantina, che dista 3 chilometri da Sant Antoni de Portmany, è aperta per visite guidate.

Aguas de Ibiza Lifestyle & Spa
Foto: Aguas de Ibiza Lifestyle & Spa
Totale tranquillità

Oltre a soggiornare in un hotel rurale, è possibile raggiungere la pace fisica e mentale in uno dei centri benessere dell’isola. Aguas de Ibiza Lifestyle & Spa e Atzaró (entrambi a Santa Eulària des Riu) sono aperti tutto l’anno. Invece, per ammirare delle incredibili viste sul Mediterraneo dal centro benessere La Posidonia (Hacienda Na Xamena) dovremo aspettare fino a fine aprile.

Articoli correlati

Fogo Island: dal merluzzo all’arte

Negli anni novanta Fogo Island viveva di pesca. Colpita dalla crisi, questa piccola isola canadese si è trasformata in un...

Le nove isole dell’adrenalina

Famoso per gli avvistamenti di balene, l'arcipelago delle Azzorre è un parco multi-avventura. Posto ideale per praticare sport di terra,...

Isole Cayman, non solo per milionari

Perché andare alle isole Cayman, senza dover necessariamente aprire un conto in banca? Nel quinto centro finanziario del mondo non...

Pirati, coccodrilli e altri racconti

Le loro spiagge raccontano leggende di corsari e tesori e una volta l'anno si riempiono di bandiere nere, con teschi...