>>>Visita Westworld senza spendere 40.000 dollari al giorno
In un'intervista, Jonathan Nolan, creatore della serie assieme a Lisa Joy, ha svelato che il parco immaginario misura quasi 1300 chilometri quadrati.
Foto: F8shooter via VisualHunt / CC BY-NC-ND

Visita Westworld senza spendere 40.000 dollari al giorno

La serie della HBO ci porta dal futuro al Selvaggio West. Umani e robot si uniscono in un mondo senza limiti, creato unicamente per soddisfare i suoi visitatori.
N

on c’è orientamento né libro di istruzioni. Scoprire come funziona fa parte del divertimento”, dice l’androide prima di entrare. Atto secondo, lo invita a vestirsi da cowboy e a scegliere un cappello. È la prima volta che William visita “Westworld”, un parco tematico ispirato al Vecchio West, in cui abitano centinaia di androidi disposti a fare conversazione, avventure o sesso. Sono robot all’apparenza così umani che diventa impossibile distinguerli dai visitatori.

Sono stati progettati da un’equipe di programmatori e sceneggiatori affinché interagiscano con gli ospiti e gli offrano divertimento senza limiti. Un intrattenimento proporzionale alla quantità di denaro pagata, 40.000 dollari al giorno. Bere nel saloon, aiutare lo sceriffo a catturare un bandito o prendere parte a una battaglia contro gli indiani sono alcune tra le varie linee narrative che costituiscono l’universo della nuova scommessa della HBO. La serie, creata da Jonathan Nolan e prodotta da J. J. Abrams, viene definita “una oscura odissea sull’alba della coscienza artificiale e il futuro del peccato”.

Nel Melody Ranch Studio, con le sue verande di legno e porte da saloon, sono stati girati film come "Django Unchained".

Questo ranch merita un Oscar

Per la Paramount Ranch, in California, sono passati centinaia di attori, da Bob Hope a Sandra Bullock. Oggi appartiene al Servizio Nazionale dei Parchi degli Stati Uniti e può essere visitato gratuitamente. Chissà, forse incontrerai qualche androide, visto che anche qui sono state girate alcune scene.

Il “Westworld” della finzione cura al massimo ogni dettaglio e la produzione non è da meno. Con un preventivo che si aggira attorno ai 100 milioni di dollari, 25 solo per l’episodio pilota; un cast di lusso, capeggiato da Anthony Hopkins, Ed Harris ed Evan Rachel Wood, e un’ambientazione impeccabile, è destinata ad essere l’erede naturale del “Trono di Spade”. La maggior parte dei luoghi del parco esistono e possono essere visitati.

Alla fittizia città di Sweetwater si arriva in treno, prendendo la reale State Route 128 di Utah. Per girare la scena è stato collocato un vagone sul rimorchio di un camion, in modo che tutto fosse il più reale possibile. Nello stato dello Utah si trova la maggior parte degli scenari naturali di “Westworld”. Come il parco statale Dead Horse Point, con il suo punto più alto a 600 metri sopra il fiume Colorado. Da lì, l’Uomo in nero, interpretato da Ed Harris, scatena la sua crudeltà in una delle scene più sconvolgenti della serie.

Per la Castle Valley sono passate anche Thelma e Louise e Indiana Jones.
Foto: Scott Ingram Photography via Visualhunt / CC BY-NC

Il futuro di ‘Westworld’

"Westworld" è ispirato al film con lo stesso titolo che Michael Crichton scrisse e diresse nel 1973. In questo film cult oltre al parco del West ne esistevano altri due, uno situato nel Medioevo e l'altro nell'Antica Roma.

Castle Valley e Fisher Valley sono altri paesaggi di terra rossastra, formazioni rocciose e pascoli che vedremo sul piccolo schermo. Il primo, a 30 minuti da Moab, era già stato scoperto da John Ford. Lì furono girate le sue ultime quattro pellicole, anche se non riuscì mai a ottenere lo stesso successo del suo Monument Valley. Per vivere un’avventura senza sceneggiatura conviene visitare i parchi nazionali di Canyonlands e Arches, con le loro praterie e pianure chilometriche che invitano a cavalcare come Dolores Abernathy.

Westworld è diventata la prima stagione più vista di una serie originale della HBO. La seconda uscirà nel 2018.

La giovane, interpretata da Evan Rachel Wood, è una dei residenti più vecchi nel parco. Ogni giorno fa le sue cose nel villaggio, nelle scene girate nel Melody Ranch Studio di Santa Clarita, in California, per poi andare a esplorare e dipingere i paesaggi dello Utah. Lei stessa spiega in una delle frasi con le qual è stata programmata: “Alcune persone scelgono di vedere solo le cose brutte di questo mondo,le incongruenze… ma io ho scelto di vederne la bellezza, anche se creata da e per altri”.

Articoli correlati

Dove Dio ha messo il West

Utah e Arizona condividono la Monument Valley, ma questa apparterrà sempre a John Ford che, pur non avendo il dito...

Vuoi dipingere come Monet? Allora viaggia!

Un viaggio attraverso gli scenari che hanno ispirato i quadri dei pittori più famosi al mondo: Parigi, il Monte Fuji,...

Portree: la colorata nota che stona

Il modo migliore per combattere il cielo grigio scozzese è dargli un po' di colore. In questo piccolo villaggio di...

Viaggiare seduti dal divano

Google Street View ci porta nei luoghi più remoti della pianeta attraverso uno schermo, senza doverci muovere dal nostro divano....